Il Tirreno

Pisa

Sos sicurezza

Pisa, i ladri sfondano la vetrina e rubano soldi e alcolici

Pietro Barghigiani
L’entrata messa ko dai ladri per entrare nel bar
L’entrata messa ko dai ladri per entrare nel bar

Colpo alle 6 al “Cafestreet 331”, disattivate le telecamere

20 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. Per la terza volta i ladri colpiscono il “Cafestreet 331”, bar che si trova in via Aurelia Sud al civico che dà il nome all’attività commerciale nell’area di servizio della Beyfin.

Un tris che ieri poco dopo le 9 ha provocato seri danni all’ingresso del pubblico esercizio che è stato sventrato per poi consentire al bandito o ai banditi di entrare e rubare soldi e merce.

La vetrata della porta è stata divelta e gli infissi hanno ceduto con facilità. Un antipasto di quello che la proprietà ha incontrato all’interno del locale appena avvisata dell’intrusione quasi all’alba.

Una particolarità dell’intrusione è la disattivazione delle telecamere che nei precedenti colpi aveva fornito la sequenza del furto.

Stavolta sono state “spente” e non ci sono immagini di quello che è successo. I proprietari lo hanno potuto vedere insieme con i poliziotti delle volanti arrivati in mattinata per un sopralluogo sommario.

Di sicuro dopo aver ridotto in frantumi la vetrina, il ladro ha puntato all’area del bancone. Qui ha rubato il fondo cassa, sui 90 euro, e poi ha trovato quasi 700 euro sotto il lavello, l’incasso del distributore di carburanti.

Non soddisfatto del contante arraffato, l’autore del raid si è spostato nella zona degli snack. E qui ha messo le mani su svariate bottiglie di birra portandosi via anche diversi sacchetti di patatine fritte.

Un furto completo tra soldi e alimenti che con i costi necessari per riparare la vetrata d’ingresso significa per la proprietà sborsare qualche migliaio di eurol

P. B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto