Il Tirreno

“Jungla urbana” vince il palio di carnevale della Val di Cornia

di Annalisa Mastellone
“Jungla urbana” vince il palio di carnevale della Val di Cornia

Venturina Tanto pubblico e una mascherata con creazioni capolavoro. La sfida tra nove gruppi: primo Neibar, il Venturino va al Ludobosco

21 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





VENTURINA. «Un mondo dove gli animali si divertono e con stupore osservano gli uomini e le abitudini che li caratterizzano. Un grido di allarme provocatorio ma lucido rispetto alla società che ormai ci caratterizza». È questa la “Jungla urbana”, con cui il circolo culturale Neibar ha vinto il sesto Palio carnevalesco della Val di Cornia, dipinto da Sarina Chiarchiaro. La sfida, domenica, ha visto protagonisti nove gruppi, che hanno realizzato maschere e scenografie ricche di creatività e fantasia. In sfilata lungo le vie cittadine, hanno conquistato tutti: Generazione XY (ex Asilo Boldrini) con "L'uomo è un animale sociale??!", Ente valorizzazione Campiglia con "La schiaccia campigliese", Avis con "Avis Steampunk", Es fitness studio con “Squid Game”, Cirque des amies, Ludobosco con “Ludobosco incantato”, Filarmonica Mascagni e “I 100 anni della Mascagni” e il gruppo Supereroi. «Lavori bellissimi e temi molto attuali – commenta Gianni Manzini, presidente di Svs -, i gruppi quest’anno hanno dato il meglio portando grande creatività».
Neibar vince per la quarta volta (dopo il 2016, 2018 e 2019), con voto palese della giuria, presieduta dall’artista Riccardo Pocci, ma tutti gli altri gruppi sono arrivati al secondo posto, con un risicato margine a dimostrazione della loro bravura. Il gruppo Ludobosco si è aggiudicato il “Venturino d’oro”, premio della critica, con «un bosco pieno di magia dove animali e elementali convivono e vibrano insieme mentre aspettano che anche l’uomo si riconnetta con se stesso e con la natura, ritornando a sognare»
«Hanno portato in scena un gran lavoro, ricco di tanti bambini e di bellissimi vestiti – sottolinea Manzini -. Grazie davvero a tutti, devo dire che la sana rivalità ha alzato di molto il livello della qualità. Ringrazio la pittrice Sarina Chiarchiaro per la bellissima opera, Luca Dei, maestro della cartapesta che ha realizzato la mascotte Venturino, Aliette Rosselli e Alessandro Tattawa, grandi professionisti che si sono messi a disposizione del Palio Carnevalesco». Il vicesindaco Iacopo Bernardini ha portato all’iniziativa il saluto dell’amministrazione comunale e un ringraziamento all’associazione e ai volontari. 

Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri