Il Tirreno

Montecatini

Il caso

Montecatini, indagata Alessandra De Paola


	Alessandra De Paola
Alessandra De Paola

A dare la notizia è stata la stessa ex assessora: «Sono serena e ho fiducia nella giustizia ma fino a quando la vicenda non sarà chiarita l’attenzione sarà per me e la mia famiglia»

06 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. La notizia ieri (venerdì 5) si è diffusa in un lampo in città, destando stupore ma, soprattutto, incredulità, anche se la fonte era la più attendibile possibile, ossia la stessa protagonista. Alessandra De Paola, ex assessora al turismo della giunta Bellandi, forte sostenitrice della candidatura, rivelatasi poi vincente, di Claudio Del Rosso a sindaco di Montecatini, è indagata. A comunicarlo è stato, come detto, lei stessa, con una nota sui social: «Risulto da ieri (venerdì 5 ndr) indagata per un’ipotesi di reato che non ho commesso, ma per il quale devo difendermi, dimostrandolo. Sono serena e ho sempre avuto fiducia nella giustizia, ce l’ho anche ora. Tuttavia, fintantoché la situazione non sarà completamente chiarita, la mia concentrazione e la mia attenzione saranno rivolte alla tutela di me stessa e della mia famiglia. Chi mi conosce sa chi sono: vi ringrazio sin da ora per il supporto morale in questo frangente difficile, sicuramente il più difficile della mia vita».

Stando alla prima ricostruzione l’indagare sull’ex assessora è collegata all’inchiesta milanese per corruzione che ha comportato, negli ultimi giorni, gli arresti domiciliari del comandante dei carabinieri Oreste Liporace, e dell’imprenditore laziale Ennio De Vellis e per la quale risultano indagati il capo dipartimento del ministero delle Infrastrutture Lorenzo Quinzi e il presidente di Federterme Massimo Caputi. Caputi che è anche socio di maggioranza delle Terme di Chianciano, e qui starebbe il collegamento con l’ex assesore montecatinese, visto che De Paola lavora a Terme Italia che comprende appunto Chianciano). Di più, al momento, non è dato di sapere, e anche la diretta interessata spiega di voler capire la vicenda: «Al momento non posso rilasciare dichiarazioni – spiega al Tirreno – anche perché devo prima vedere le carte».

Alessandra De Paola, forte della sua esperienza universalmente riconosciuta nel campo del turismo e della promozione, era la principale, anzi, l’unica persona candidata alla guida della Dmo (acronimo di “Destination management organization”) , ossia l’organismo chiamato a gestire il rilancio turistico. Ma adesso è tutto congelato, come fatto intuire dal suo messaggio sui social e come ribadito al nostro giornale: «Ne riparleremo solo quando sarà fatta completa chiarezza sulla vicenda, quando non ci sarà nessuna ombra sulla mia persona».

Tra i primi a testimoniare la vicinanza ad Alessandra De Paola proprio il neo sindaco, Claudio Del Rosso, con poche, semplici, ma dirette e perentorie parole, sotto una foto che lo ritrae assieme a lei: «Massima stima, amicizia e fiducia verso questa donna». 

L.S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Abitare

Salva Casa, dalle mini-case ai soffitti più bassi: tutte le novità del decreto

di Barbara Antoni
Sport