montecatini
cronaca

Panteraie, Ciomei ci ripensa: firma entro la fine dell’anno

La piscina delle Panteraie (ex Lidò), uno dei pezzi forti della struttura

Montecatini, l’imprenditore monsummanese pronto a chiudere l’accordo per la discoteca


01 novembre 2018 Luca Signorini


MONTECATINI. Lo stabilimento La Salute riaprirà per la Città del Natale e sarà location clou (insieme al Tettuccio) delle attrazioni proposte in città, al via con l’accensione delle luminarie il 16 novembre. È in corso il bando per la concessione delle Leopoldine, con Qc Terme, Terme di Saturnia e Cubo Srl che hanno bussato alle porte della Palazzina Regia. Adesso filtrano notizie positive anche per il complesso Panteraie, la gloriosa discoteca negli ultimi anni nota come Lidò, con ingresso da viale Bustichini.

In sostanza, è tornato alla carica, dopo un periodo di titubanza, chi nel giugno scorso aveva già inoltrato la propria manifestazione d’interesse per l’affitto del grande locale con sale da ballo, ristorante e piscina esterna, il cui progetto e la cui solidità economica avevano già persuaso la società Terme Spa a concedere la gestione.



Si tratta dell’associazione sportiva dilettantistica “Spazio Vitale”, che ha una palestra e centro fitness a Massa, titolare è Francesco Ciomei, originario di Monsummano. Entro la fine dell’anno dovrebbe infatti essere firmato il contratto di locazione commerciale, che sarà lungo sei anni più sei. Dunque si parla di un impegno concreto nel tempo.

A confermarlo è l’amministratore unico delle Terme, Alessandro Michelotti, fiducioso sul buon esito finale della trattativa: «Il soggetto in questione ha mostrato di nuovo un forte interessamento, e siamo ottimisti che nelle prossime settimane possa definirsi il tutto».

«Noi come società – prosegue –, unica cosa che ci è stata richiesta, prima di consegnare il bene all’affittuario dobbiamo provvedere al ripristino di ciò che è stato danneggiato, come per esempio le vetrate dell’edificio».

A far arenare in un primo momento la trattativa con l’associazione “Spazio Vitale” di Massa, era stato proprio il raid vandalico (o probabilmente più di uno) avvenuto a fine luglio scorso, con ignoti che avevano danneggiato la vetrata e altri oggetti presenti all’esterno delle Panteraie. C’erano vetri in frantumi, sedie e bidoni della spazzatura rovesciati, fioriere in terracotta distrutte.

Da qui sono emerse le perplessità di chi voleva investire sul glorioso locale aperto nel 1956 e chiuso da due anni e mezzo, su cui tra l’altro pendeva un contenzioso tra proprietà e vecchi gestori sugli affitti non pagati.

Un contenzioso poi risolto, e così nell’estate appena trascorsa è stata possibile la pubblicazione del nuovo bando di concessione, che prevedeva la locazione di un terratetto su due piani più un seminterrato, un parcheggio, la piscina e ampi spazi esterni attrezzati. A questo si aggiungono due unità abitative su due piani da ristrutturare, con ampio resede. Annesso al complesso c’è anche un terreno irregolare per un totale di 27.867 metri quadrati di superficie.

Le Panterie hanno fatto la storia della nightlife cittadina e del costume: qui ci sono passati Gino Bramieri e Domenico Modugno, Little Tony e Corrado, ma anche, più prosaicamente, starlette come Ruby Rubacuori. E presto potrebbero tornare sul proscenio della notte. –


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.