Il Tirreno

Calcio toscano dilettanti
Eccellenza

Massese trasformata, era ora

di Aldo Antola
Massese trasformata, era ora

Un successo convincente spezza la lunga serie nera, una gara ricca di contenuti e con vari giocatori che si sono messi in mostra. Decide tutto un lampo di Buffa

27 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Torna alla vittoria la Massese dopo dieci giornate (e sette sconfitte di fila) e lo fa in maniera convincente, netta, al termine di una gara che vale molto di più dei tre punti conquistati. Una vittoria che può significare il futuro. Non immediato ma quello dal prossimo anno. C'era tanta attesa per questa gara, dalla città, dai tifosi, dalla società e dallo stesso tecnico Della Bona al debutto. E al termine possiamo dire che è arrivato un grande segnale per Della Bona e &. Abbiamo visto una squadra trasformata e la scoperta di atleti che possono diventare importanti. Come gli ultimi arrivati Aliboni, Piccione e Buffa. Ma tutto il complesso ha giocato bene.

Abbiamo visto una squadra compatta anche se incompleta. Il Fucecchio non è pervenuto, a parte una manciata di minuti dopo lo svantaggio dove ha sfiorato il pareggio con due conclusioni in un minuto e qualche mischia finale non è mai stato pericoloso. Fatto sta che la squadra di Dell'Agnello ha mostrato la pericolosità potenziale soltanto nei calci d'angolo con le due torri, La Rosa e Lecceti, che si portavano in avanti cercando di sfruttare la loro stazza fisica e l'elevazione. Ed infatti l'occasione più pericolosa è arrivata da una incornata di Lecceti subito all'inizio a seguito di calcio d'angolo. Inizio della gara con gli schieramenti simili, 4-3-3, che vedeva la Massese col solo Buffa punta vera sostenuto da Vignali e a turno Remedi e Bonini, dall'altra parte in attacco restavano Ceceri, Demi e Falconi. C'era curiosità soprattutto per vedere come Della Bona avrebbe risolto il problema difesa centrale. E Piccione gli ha tolto ogni dubbio. Stessa cosa a centrocampo dove un Aliboni superlativo, con Ceciarini, ha eretto una grande diga e riproposto azioni in continuazione. Bene anche Vignali tornato ad alti livelli. Fra gli ospiti bene Lecceti, Falconi e Dal Colle. Parte bene la Massese ed al primo affondo passa in vantaggio, sorpresa e stupore visto che da un po' non vedevamo più i giocatori esultare per una rete. Siamo al 6' e un Ceciarini illuminato verticalizza per Buffa che entra il area e fulmina Del Bino. Quasi da non credere. Pochi minuti ed il Fucecchio sale, ci prova Falconi da fuori e costringe Barsottini alla deviazione. Dall'angolo lo spiovente viene inzuccato da Lecceti come già descritto e Barsottini si supera deviando in angolo. Dura poco la reazione degli ospiti e poi la Massese inizia la sua partita. Sfiora subito la seconda rete al 25' con Bonini che si vede respinto il tiro, è pronto alla ribattuta ed a porta vuota manda fuori. Al 32' contropiede di Vignali e conclusione respinta . Al 40' grande giocata verticale di Bonini M. che serve Buffa fermato da un dubbio fuori gioco.

La ripresa vede la Massese costringere per tutto il tempo gli ospiti nella propria metà campo e sfiorare la seconda rete più volte come al 92' con Aliboni la cui conclusione è deviata miracolosamente dal portiere e ancora al 94' con Andreotti fermato da un fuorigioco millimetrico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Esteri

Il presidente Usa Joe Biden: «Mi ritiro dalla corsa alla Casa Bianca». L’endorsement a Kamala Harris

Sport