Il Tirreno

i tifosi 

Domenica alle 18,15 allo stadio il saluto “ironico” alla squadra

Nicola Morosini

Gli ultras si sono dati il loro appuntamento in zona stadio al termine di una stagione pesantissima dove su 18 gare sono state nove le sconfitte

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





CARRARA. Senza troppi giri di parole possiamo definire un campionato disastroso quello della Carrarese che domenica pomeriggio si concluderà allo Stadio dei Marmi contro la Pro Vercelli. E i

Un disastro sportivo considerato soprattutto le premesse, del quale i primi a farne le spese sono stati i tifosi lontani, a causa della pandemia, dagli spalti.

Sì, proprio i tifosi che sono stati costretti in primis ad assistere ai match da casa alla televisione senza poter tornar allo stadio e successivamente alla clamorosa mediocrità delle prestazioni soprattutto casalinghe da parte di una squadra che ha letteralmente tradito la piazza azzerando l’entusiasmo che in questi ultimi anni si era di fatto riacceso nella città di Carrara e di questo il merito non può che andare riconosciuto a Silvio Baldini.

Lo Stadio di Marmi, una volta vero e proprio fortino, si è tramutato in una parco divertimenti da parte di molte formazioni avversarie, alcune delle quali si sono trovate a portare via i tre punti senza neppure sudare più di troppo.

Gli azzurri sotto l’ombra delle Apuane hanno disputato sinora 18 partite e per la precisa metà dei casi, nove, a brindare sono stati gli avversari alcuni dei quali presentatisi a Carrara in condizioni di classifica totalmente deficitarie.

Un’autentica via Crucis che non si vedeva da tempo. In occasione dell’ultima uscita casalinga di domenica prossima contro la Pro Vercelli gli ultras della Curva Nord Lauro Perini ha emanato un comunicato dalla propria pagina Facebook che recita ironicamente in questo modo. «Appuntamento a domenica 2 Maggio alle 18 e 15 nei pressi dello stadio per dei Marmi aspettare e congratularsi coi ragazzi della magnifica stagione disputata quest’anno. Accogliamoli a fine partita con un caloroso ringraziamento».



Nicola Morosini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lavoro e diritti

Amadori annuncia il licenziamento di 200 lavoratori in Toscana: sciopero il 20 giugno