Il Tirreno

Lucca

Calcio: Serie C

Lucchese, Tumbarello rinnova

di Luca Tronchetti
Giorgio Tumbarello classe 1996 firma con i rossoneri anche la prossima stagione
Giorgio Tumbarello classe 1996 firma con i rossoneri anche la prossima stagione

Accordo con il direttore sportivo Deoma: il mediano firma sino a giugno 202. Il prossimo obiettivo è la conferma dell’esterno sinistro multitasking Elia Visconti

25 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Daniele Deoma è riuscito nel primo dei suoi due obiettivi a medio termine: confermare anche per la prossima stagione il mediano Giorgio Tumbarello. Il direttore sportivo, alla quarta stagione dietro la scrivania del club rossonero, in accordo con il ragazzo e il suo procuratore ha fatto firmare il rinnovo sino al 30 giugno 2024 al mediano siciliano che, proprio grazie a una sua intuizione, portò alla Lucchese nel gennaio 2022. Tumbarello, 27 anni ad aprile, è il primo tassello del puzzle legato alla prossima stagione, uno dei perni della linea mediana della formazione di Ivan Maraia. Si tratta di un giocatore dall’elevato rendimento che già quest’anno era appetito da numerosi club primo tra tutti l’Ancona che si era fatta avanti più volte per ottenere le prestazioni del ragazzo di Marsala. Ma sul centrocampista ci sono anche un paio di club di serie B (primo tra tutti il Cittadella) che guardano con interesse al suo finale di stagione con la casacca della Pantera.

Dopo Tumbarello l’instancabile diesse Deoma ha un altro obiettivo nel mirino: l’esterno sinistro Elia Visconti, 23 anni a giugno, elemento dal grande rendimento e dall’innata intelligenza tattica. Visconti è alla seconda stagione con la maglia della Lucchese e in un paio di circostanze ha indossato anche la fascia di capitano. La sua riconferma, che i ben informati sostengono essere molto vicina, è da ritenersi un altro colpo importante nella fase della costruzione della squadra 2023-24.

La sfida del Brilli Peri

Intanto la squadra procede la preparazione in vista del derby di domenica al Brilli Peri dove la Lucchese non vince da 48 anni. Unico in dubbio è il fantasista Di Quinzio, migliore in campo nella convincente vittoria contro la Vis Pesaro, che è alle prese con il riacutizzarsi di un problema fisico. Probabile che dalla cintola in su la Lucchese sia quella vista contro i marchigiani con la «banda bassotti» (Bruzzaniti-Panico-Rizzo Pinna) a mettere in crisi la retroguardia avversaria che sarà orfana dell’elemento più esperto: il difensore e capocannoniere (tre reti) Gennari. Per il resto Banchini – squalificato e sostituito dall’ex Bologna, Chievo e Inter, Jonathan Binotto – dovrà fare a meno dei lungo degenti Sean Martinelli (terzino sinistro) e Francesco Barranca (esterno sinistro) con Biagi non ancora al top della condizione. Ieri la società in una conferenza ha confermato l’impegno nel club – legato a una fideiussione ventennale legata alla realizzazione di un terreno sussidiario accanto al Brilli Peri – stigmatizzando sulle frasi ingiuriose e le minacce arrivate via social dopo il ko con la Virtus Entella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto