Il Tirreno

Lucca

Il lutto

Morto Giuseppe Di Riccio, imprenditore calzaturiero

Morto Giuseppe Di Riccio, imprenditore calzaturiero

Fondatore della Palex di Segromigno in Monte, il ricordo degli amici

13 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CAPANNORI. «I nostri anni 70 in Piaggiori sul crociale hanno perso una sfumatura di colore sulla tavolozza della vita». È con questo messaggio che su Facebook un amico dà l’addio all’imprenditore Giuseppe Di Riccio, 75 anni, su profilo Fb del gruppo “Noi di Piaggiori...detti piaggioresi...”.

Imprenditore nel settore calzaturiero e titolare della società commerciale Palex di Segromigno in Monte, Di Riccio ha legato il suo nome al mondo dell’impresa delle calzature nell’attività di famiglia portata avanti ora dal figlio Christian che da anni aveva affiancato il padre. Quest’ ultimo, assieme alla moglie Patrizia Fenili, scomparsa anni fa, nel tempo aveva creato e fatto crescere l’azienda. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, ne parla come di una persona che ha scritto la storia del calzaturiero nella zona di Segromigno a partire dagli anni Settanta in avanti. Di Riccio, da qualche anno viveva a Camigliano e si dedicava anche alla produzione di vino, di cui era un appassionato.

Nel 2020 aveva dovuto fare i conti con il Covid: era stato ricoverato al San Luca e anche li aveva saputo stringere rapporti con gli altri pazienti che si trovavano a vivere quell’esperienza terribile: «Per vincere la noia e la sofferenza ci siamo scambiati i numeri di telefono – spiegava Di Riccio in un’intervista al Tirreno – e ci mandavamo messaggi tramite WhatsApp, chiedendo informazioni sulle condizioni di salute attraverso lo smartphone. Era bello, ci sentivamo tutti più vicini».

I funerali martedì 14 maggio alle 15 nella chiesa di Camigliano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati