Il Tirreno

Livorno

Livorno calcio
Amaranto

Cinque partite per tornare lassù: ecco il piano d’assalto del Livorno

di Alessandro Lazzerini
Giacomo Lucatti
Giacomo Lucatti

Domani col Città di Castello sono a disposizione anche Longo e Benassi

18 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Un mese di fuoco, un mese tutto da vivere. Questo è ciò che aspetta il Livorno nei prossimi trenta giorni con il primo ostacolo che è quello di domani e si chiama Città di Castello. Dal 19 di febbraio fino al 19 di marzo, cinque sfide importantissime per il futuro amaranto prima della sosta di fine marzo dovuta al Torneo di Viareggio. Cinque sfide in cui gli amaranto dovranno consolidare la propria zona playoff e, nella più rosea delle aspettative, provare a scalare ulteriori posizioni.

Il cammino

Come detto la prima sfida è contro il Città di Castello, squadra che all’andata riuscì a superare un Livorno irriconoscibile nella ripresa dopo un primo tempo da applausi. Un motivo in più per Luci e compagni per provare a vendicare la sconfitta rocambolesca dell’andata. La prossima sfida vede la trasferta allo Zecchini di Grosseto che riporta la mente ai vecchi fasti e incrocerà il Livorno con una squadra rinnovata e reduce dal cambio di allenatore in settimana.

Ecco quindi il bittico in casa: prima la sfida del 5 marzo al fanalino di coda Montespaccato e poi il 12 il big match nel derby con l’Arezzo. Una partita che si presenta da sola, sia sul campo, sia per la rivalità tra le due tifoserie. Infine, il 19 marzo l’insidiosa trasferta sul sintetico di Ostia Mare.

Un cammino in cui il Livorno dovrà consolidare la quarta posizione attuale (due i punti di vantaggio sul Gavorrano e quattro sul Flaminia) e provare ad attaccare il terzo posto del Poggibonsi, distante sei lunghezze, che vorrebbe dire giocare semifinale playoff in casa.

Le ultime

Dal campo arrivano buone notizie per mister Vincenzo Esposito. Alla voce indisponibili in questo momento ci sono solo Apolloni, Greselin, Neri F. e Bontempi, visto che sia Longo che Benassi ieri si sono allenati in gruppo. Per entrambi comunque sarà fondamentale anche la rifinitura di stamani, ma dovrebbero essere convocati senza problemi.

La gestione del minutaggio dei due sarà valutata dal tecnico in base anche alle alternative. Discorso simile anche per Lucarelli che sta rientrando in ritmo dopo il mese ai box per i problemi ben noti. L’aspetto tecnico-tattico su cui Esposito sta ragionando maggiormente è lo schieramento della difesa. La squadra nelle ultime partite ha fatto bene con lo schieramento a 4, ma a Ponsacco con la difesa a 3 ha risposto altrettanto bene, visto che, ad esclusione del gol subìto su palla inattiva, non ha incassato un tiro in porta. La rifinitura mattutina potrà sciogliere gli ultimi dubbi del tecnico che sembra maggiormente orientato sulla conferma della difesa a 3.

Se la decisione finale fosse questa Giampà e Fancelli appaiono sicuri del posto, con Benassi pronto ad insidiare la titolarità di Russo.

Store al femminile

Pomeriggio da protagoniste per le ragazze della prima squadra dell’Us Livorno, insieme a quelle dell’Under 15 e alle bambine della scuola calcio femminile. Un brindisi per chiudere i quattro giorni dedicati al 108° anniversario del Livorno e un gadget regalato da Sillabe a tutte le partecipanti all’iniziativa. Da non dimenticare che la prima squadra, allenata da mister Flavio Carola, è prima in classifica in Eccellenza con un punto di vantaggio sul Sansovino e punta con forza alla promozione in Serie C.
 

Primo piano
L’omicidio

Firenze, donna trovata strangolata in casa: uccisa dal figlio

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative