Il Tirreno

Livorno

La gara

Scacchi, il livornese Edoardo Fulgentini sfiora l’impresa: è argento italiano under 12


	Edoardo Fulgentini premiato dopo un torneo vinto (foto d'archivio)
Edoardo Fulgentini premiato dopo un torneo vinto (foto d'archivio)

Grande torneo, nell’under 14, di Greta Viti che dopo aver vinto due giovanili femminili ha deciso di confrontarsi anche con i maschi, ottenendo un super piazzamento

06 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Vicecampione d’Italia under 12. Grandissimo risultato per il classe 2012 Edoardo Fulgentini ai campionati italiani giovanili di scacchi, che si sono disputati nell’ultima settimana a Salsomaggiore Terme, con il talento faugliese del circolo labronico che sfiora l’impresa, perdendo all’ultimo turno contro il vincitore e numero uno di tabellone, Riccardo Costalonga, l’unico a sopravanzarlo. L’argento, con 7 punti su 9, gli consentirà di partecipare all’europeo di categoria.

Ottimo torneo per Greta Viti, due volte campionessa giovanile femminile, che quest’anno ha scelto di confrontarsi con i maschi, nell’under 14, ottenendo un magnifico nono posto assoluto, di grande rilievo dato che partiva con il numero 23 di tabellone. Nella stessa categoria diciottesimo Aron Pratelli, empolese ma iscritto con Livorno, e trentatreesimo Ettore Sassi. Sempre nell’under 12 sessantaquattresimo Federico Mario, settantasettesimo Filippo Buonagurio e ottantesimo Federico Leoni

Ottima prova infine per l’esordiente Matteo Quaranta che si piazza dodicesimo a pari merito su 175 giocatori nell’under 10 con 6 punti e mezzo. Nello stesso torneo buon esordio per Dario Panciatici con 5 punti. Discrete le prove anche per l’esordiente Martina Salandin dell’under 12 femminile che ha chiuso a metà classifica con 4 punti e mezzo giocando purtroppo le ultime 4 partite con la febbre alta che ne ha condizionato il risultato e per la mascotte della squadra, il piccolo Luca Doronzo, 8 anni, anche lui a metà classifica con 4 punti e mezzo nell’under 8.

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport