Il Tirreno

Livorno

La novità

Livorno, un’altra nave per la Corsica: ecco la linea per Isola Rossa - Le tariffe e le corse

di Stefano Taglione

	ll traghetto che unirà la Toscana all’isola francese è il Kalliste
ll traghetto che unirà la Toscana all’isola francese è il Kalliste

La compagnia francese La Méridionale inizia i collegamenti da giugno

14 aprile 2024
4 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Dal primo giugno una nuova compagnia di navigazione sbarca a Livorno per collegare il nostro porto (e tutta la Toscana) alla Corsica, precisamente a Isola Rossa, vicino a Calvi e alla splendida spiaggia-oasi naturale della Saleccia. La società che si occuperà della tratta marittima è la francese La Méridionale, del gruppo Stef, multinazionale d’Oltralpe specializzata nella logistica e nel trasporto di prodotti termosensibili a basse temperature. Un collegamento estivo per tre volte alla settimana (il lunedì, il mercoledì e il sabato) che, fino a fine settembre, si aggiunge alla linea annuale Livorno-Bastia di Corsica Ferries e a quella analoga, riattivata lo scorso marzo e operativa ogni giorno fino a novembre, di Moby. Isola Rossa, negli anni passati, era stato già un porto di destinazione raggiungibile da Livorno, ma sempre con le “navi gialle” della Corsica Ferries. Da quest’estate, invece, per approdare nell’isola francese si potrà scegliere fra ben tre compagnie: oltre a quella di Vado Ligure e alla “Balena blu”, infatti, c’è la novità de La Méridionale.

Le corse

«La Balagna e la Toscana condividono ben più del Mediterraneo. Impossibile non rendersene conto quando si visita L’Île-Roussee e Livorno. Le fortificazioni, le chiese barocche e le piazze cinte da facciate colorate sembrano disegnate dalla stessa mano», si legge nella pagina di presentazione della nuova tratta, che sarà assicurata dal traghetto “Le Kalliste”, lungo 165 metri e largo 29, costruito nel 1993. La nave, dalla velocità di crociera di 19 nodi, è in grado di ospitare fino a 500 passeggeri e 150 veicoli. Come anticipato le corse si svolgeranno il lunedì, il mercoledì e il sabato, dato che “Le Kalliste” alternerà i collegamenti Livorno-Isola Rossa con quelli fra la Corsica e Tolone. La durata diurna del viaggio sarà di cinque ore e mezzo, quella notturna (di sabato) di sei e cinque minuti. Da Livorno si potrà partire il lunedì e il mercoledì alle 16,30, con arrivo a destinazione alle 22,poi alle 23,55 del sabato con lo sbarco sull’isola la domenica mattina alle 6. Altrettante le corse di ritorno: partenze alle 9 e arrivo alle 14,30 di lunedì e mercoledì, mentre alle 12 per rientrare a Livorno alle 17,30 di sabato.

Le tariffe

La compagnia francese, una novità assoluta per Livorno, promuove tariffe da 48 euro solo andata per due adulti e due bambini su una macchina lunga meno di quattro metri e mezzo. Facendo un preventivo per le date inaugurali, da sabato primo giugno all’8, il totale sempre per le quattro persone (con i due bambini fra i 4 e gli 11 anni) ammonta a 390,44 euro. Negli stessi giorni Corsica Ferries – con i due bambini dai 4 a 12 anni e una durata del viaggio di quattro ore e mezzo fino a Bastia, con partenza alle 14 e ritorno alle 8,30 – la tariffa è di 421 euro, anche se la lunghezza della macchina si può “spingere” fino a cinque metri, contro i quattro metri e mezzo de La Méridionale. Stesso preventivo con Moby, con bambini da 4 a 11 anni, a 313,76 euro: sempre la tratta per Bastia, con partenza alle 8 e il ritorno alle 14, con la durata del viaggio di quattro ore e mezza. I prezzi, chiaramente, potrebbero variare di giorno in giorno, e differiscono sensibilmente a seconda del periodo scelto e della sistemazione: la rilevazione effettuata dal Tirreno è relativa a ieri pomeriggio, attorno alle 19, in condizioni base, quelle più economiche per una famiglia tipo con i genitori e due figli. Prenotare una cabina, ad esempio, costa certamente di più rispetto a un semplice passaggio ponte.

La destinazione

Il porto di Isola Rossa è più lontano, essendo dall’altra parte della Corsica, rispetto a quello di Bastia. Un’alternativa, quindi, per visitare l’isola francese, partendo da Calvi o Saint-Florent, perché no fermandosi anche a fare un bagno sull’arenile a pochi passi dall’approdo, che è sicuramente meno trafficato rispetto a quello di Bastia. «L’Île-Rousse – spiega la società di navigazione – fu fondata dal generale corso Pascal Paoli nel 1765. Desideroso di creare un porto per tagliare il traffico marittimo tra Genova e Calvi, il nativo di Morosaglia mise gli occhi su L’Île-Rousse. Ottenne l’accordo del governatore della regione, decise di costruire una cinta muraria e immaginò i piani della città. Pascal Paoli, che soggiornava spesso in Balagna, scelse L'Île-Rousse per motivi strategici. Oggi non è più questione di concorrenza tra i porti. Ciononostante la città conserva una posizione privilegiata. Situata in Alta Corsica, tra Calvi e San Fiorenzo, costituisce il punto di partenza ideale per scoprire la Balagna o iniziare un “road trip” in Corsica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
La tragedia

Le regalano lo scooter per i 18 anni: ragazza si schianta e muore

Cinema in Toscana