Il Tirreno

Livorno

L’evento

Musica delle culture sonore: Capraia capitale per tre giorni

Musica delle culture sonore: Capraia capitale per tre giorni

Da sabato 30 marzo a Pasquetta la prima edizione con incontri e concerti: tutti i protagonisti

27 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CAPRAIA Uno spazio dedicato all’incontro di culture, musiche, mari e navigazioni. Un richiamo alla creazione e alla condivisione intorno a luoghi un tempo costruiti per difesa e oggi immaginati come territori di osservazione, di scambio, di conoscenza.

Nasce a Capraia il nuovo progetto per un osservatorio delle culture sonore del Mediterraneo. TÜR: questo il nome scelto per evocare da un lato il concetto del viaggio, dal francese tour, e dall’altro guardando al latino turris, per richiamare storie di torri antiche, avamposti e fortificazioni. Un’isola – pensata come centro di un itinerario possibile tra Sardegna, Corsica e antiche rotte che arrivano fino a Marocco, Tunisia, Egitto, Grecia, Turchia e Libano – che diviene campo base per la costruzione di una rete internazionale di musicisti, artisti del suono, esperti e studiosi. L’obiettivo: mostrare come la musica e le sue stratificazioni, le sue tracce storiche e le rotte culturali possano diventare un vero e proprio laboratorio permanente di analisi sociale e di comunità, uno strumento per leggere e comprendere il presente con la sfida di una riflessione profonda sul futuro del Mediterraneo e non solo.

Da sabato 30 marza a lunedì 1 aprile un equipaggio di artisti e operatori attivi su tutto il Mediterraneo con reti e relazioni professionali sbarcherà sull’isola per tre giornate di convivenza, prove aperte, tavole rotonde per addetti ai lavori e concerti gratuiti aperti al pubblico e alla cittadinanza. Tra i presenti, i musicisti Aziz Senol Filiz, (Turchia), Dimitri Grechi Espinoza (Italia), Said Tichiti (Marocco) e Silvia La Rocca dell’Orchestra Almar’à (Italia/Eritrea), oltre a Elena Pianea (direttrice Beni, istituzioni, attività culturali e sport, Regione Toscana), Francesco Martinelli (esperto di jazz e culture mediorientali), Nawal Menad (Comune di Capraia), Dominique Martin (Laboratorio Nove Form), Barbara Setti (Fondazione Banca Etica), Paolo Zampini, Francesco Mariotti e Maurizio Busìa (Toscana Produzione Musica), Luca Dini (Fondazione Fabbrica Europa), Lorenzo Castellani Lovati (architetto), Elena e Stefano Poggioni (videomaker) e Nevin Filiz (operatrice culturale).

Chi si troverà a Capraia nel periodo di questa “edizione pilota” potrà assistere alle prove aperte degli artisti sul porto, mentre sabato 30 marzo alle 16,30 il sassofonista jazz Dimitri Grechi Espinoza sarà protagonista di un concerto solista presso la Pieve di Santo Stefano. E ancora: lunedì 1 aprile alla Torre del Porto, ore 11,30, sarà il momento del duo composto da Grechi Espinoza e dal musicista marocchino Said Tichiti, che si esibirà dopo un'introduzione critica di Francesco Martinelli.


 

Primo piano
La tragedia

Pisa, muore a 22 anni dopo l'incidente in moto