Il Tirreno

Livorno

Le “nuove” Vettovaglie

Livorno, cosa cambierà al Mercato Centrale: c’è il bando per la concessione per 12 anni di 124 tra banchi e negozi

Livorno, cosa cambierà al Mercato Centrale: c’è il bando per la concessione per 12 anni di 124 tra banchi e negozi

Tra attività di ristorazione e nuovi progetti: si può presentare domanda fino al 18 marzo alle 13. Il sindaco: «Riorganizzazione degli spazi commerciali necessaria»

31 gennaio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Una concessione di 12 anni per 124 tra banchi e negozi del Mercato Centrale. Il bando d’esta è pubblico, si trova sulla rete civica del Comune di Livorno, sezione Bandi e Gare> Aste. Scade il 18 marzo alle 13 e il 19 marzo alle 9  è convocata l’asta in seduta pubblica (link diretto al bando:
http://servizi.comune.livorno.it/aste/Visualizza.asp?idasta=1461&vAnno=2024&vPub=S)

Cosa cambia al Mercato Centrale

Banchi e locali interni al Mercato Centrale saranno assegnati per attività commerciali, artigianali, di gastronomia e/o di somministrazione, di servizi, nei limiti e alle condizioni stabilite dal “Regolamento del Mercato Centrale” approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 226 del 14/12/2022 e dal “Disciplinare per l'uso degli spazi del Mercato centrale” approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 681 del 13/10/2023.
La documentazione si trova sempre sulla rete civica, in allegato al bando.
In allegato al bando si potrà trovare inoltre l’elenco, corredato da planimetria, di tutti i banchi e negozi messi ad asta, con la metratura, il numero, la descrizione dell’attività prevalente che vi dovrà essere esercitata (codici Ateco)e il canone immobiliare mensile a base d’asta. Contestualmente saranno assegnati i locali di servizio collegati direttamente ai negozi (cantine e/o ammezzati).


Gli interessati troveranno nel disciplinare d’asta allegato al bando tutte le informazioni relative ai requisiti richiesti, alle modalità di partecipazione, a quelle di aggiudicazione (basate sulla presentazione di una offerta economica e di una offerta tecnica) e anche dettagli legati alle caratteristiche del Mercato Centrale e del suo funzionamento.

Ad illustrare il bando in conferenza stampa sono stati il sindaco Luca Salvetti e l’assessore al Commercio e Turismo Rocco Garufo. Intervenuti la dirigente del settore Sviluppo Economico Michela Cadau, la responsabile Ufficio Mercati Barbara Mancini, Melania Lessi responsabile Ufficio Edilizia scolastica annonaria culturale e cimiteriale e Luca Difonzo staff Dirigente coordinamento e attuazione Pnrr.

«Come Amministrazione Comunale – ha esordito il sindaco - ci eravamo mossi sul tema delle aree mercatali con delle linee ben precise che riguardavano piazza Cavallotti, via Buontalenti e la prestigiosa struttura del Mercato Centrale. Sapevamo da tempo che c'era la necessità di fare un intervento strutturale su piazza Cavallotti e via Buontalenti e di fare, invece, un intervento, al momento diverso, sulla struttura del Mercato Centrale che, al di là della necessaria manutenzione, guardasse alla riorganizzazione degli spazi commerciali all'interno. In tutto questo il passaggio fondamentale era proprio quello relativo alle concessioni. Lavorando su questo strumento abbiamo avuto anche la possibilità di progettare interventi di organizzazione e strutturazione interna tali da rendere questa struttura non solo un luogo dove fare la spesa, ma anche uno spazio da vivere. E' stato un parto non semplice, però siamo arrivati alla pubblicazione del bando sulla Rete civica».

«Nella redazione del bando, che coinvolge 124 attività, postazioni con concessioni scadute e postazioni che sono vuote – ha spiegato l’assessore Garufo - ci hanno guidato due logiche: la prima è stata quella di rilanciare il Mercato accogliendo anche nuovi operatori, soprattutto per quei banchi e quei negozi che sono vuoti, la seconda, molto delicata perché dobbiamo rispettare tutte le normative relative alla concorrenza è quant'altro, è stata quella di consolidare chi già lavora dentro.
Abbiamo anche una rivisitazione del contesto interno al Mercato Centrale; partiremo a step, il primo riguarderà la realizzazione di due aree di somministrazione che saranno adibite a quelle attività di ristorazione, ma non solo, che potranno pertanto avvalersi anche di questa ulteriore opportunità. Inoltre abbiamo anche già incassato il parere positivo della Sovrintendenza per la ristrutturazione dei bagni pubblici e per la sostituzione delle porte scorrevoli, cosa che ci permetterà di organizzare anche eventi con una maggiore sicurezza.
Per migliorare la qualità, poi, abbiamo scelto di premiare gli aspetti qualitativi della proposta rispetto invece al semplice rialzo sulla base d'asta. Ciò che ci interessa è avere un Mercato vivo e pieno di attività che sia una delle grandi risorse della città dal punto di vista commerciale e dal punto di vista turistico".


Contestualmente in conferenza stampa è stata presentata anche una proposta di riorganizzazione degli spazi interni del Mercato per la somministrazione di alimenti e bevande.

Primo piano
La storia

«Aiuto, sto per partorire in casa»: la paura e il lieto fine grazie alla corsa dei volontari di Livorno

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative