Il Tirreno

Livorno

Traffico

Ecco 19 strisce pedonali rialzate tra il lungomare di Livorno e Collinaia

Claudia Guarino
Ecco 19 strisce pedonali rialzate tra il lungomare di Livorno e Collinaia

Ok al progetto da 400mila euro. L'assessora Cepparello: «Così aumenta la sicurezza»

29 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA







Livorno Correva l’anno 2021 quando fu posata la prima pietra del primo attraversamento pedonale sul viale Italia. Bene, adesso lì ce ne sono undici. E altri ne sono spuntati qua e là. C’è chi dice (l’Aci) che «sono troppi e non uniformi». Ma l’amministrazione ne è convinta: «Servono a limitare gli incidenti, infatti sul viale Italia sono diminuiti». E quindi se ne progettano degli altri. Ed esattamente 19. «Ce li hanno chiesti i cittadini», spiega l’assessora alla Mobilità Giovanna Cepparello. Il costo? 400mila euro.

«Meno incidenti»

L’amministrazione, del resto, ha sempre rivendicato le scelte fatte in tema di traffico e velocità. Cepparello, per esempio, tempo fa ha affermato che «gli incidenti sul viale Italia sono diminuiti del 36% rispetto alla media del 2017». Questo proprio dopo la creazione «degli undici attraversamenti rialzati e del divieto di svolta a sinistra da via San Jacopo e via del Mare». E adesso arriva il via libera della giunta al progetto finalizzato «alla riduzione dei feriti e dei morti derivanti dagli incidenti stradali, in particolar modo da quelli che interessano gli investimenti di pedoni». Un piano, questo, che prevede la realizzazione di diciannove nuovi attraversamenti pedonali rialzati. Ecco dove saranno realizzati nei prossimi mesi.

Le nuove strisce

Due sul viale Marconi (all’altezza dei civici 53 e 88); altri due sul viale Italia (all’intersezione con via Luigi Del Moro e alla Baracchina Bianca); due in via della Valle Benedetta (civici 31 e 51); tre in via di Popogna (civici 55, 276 e 297); due in via Grotta delle Fate (civici 91 e 35); tre sul viale di Antignano (all’altezza dell’hotel Universal di piazza Borrani e di piazza Reggimento Paracadutisti Nembo); uno in via Tommaso Pendola all’incrocio con via dei Bagni; uno sul viale Vespucci all’incrocio con via della Gorgona; uno in via Pigafetta in corrispondenza con la fermata del bus; uno in via della Bastia al civico 44 e uno in via Caduti del Lavoro al civico 26. «Per gli attraversamenti sono stati scelti questi punti – spiega Cepparello – in base ai dati sugli incidenti e alle richieste che ci sono arrivate da parte dei cittadini».

I costi

E per quanto riguarda, nello specifico, le strisce nelle vicinanze della Baracchina Bianca «la loro realizzazione si intreccia con il masterplan del lungomare». Cioè col progetto per la riqualificazione del tratto del viale Italia compreso tra i Cantieri e piazza San Jacopo in Acquaviva. La realizzazione dei 18 nuovi attraversamenti, ad ogni modo, costerà 400mila euro, tra costo dei lavori e iva.

Le tempistiche

Dopo il via libera della giunta comunale di Livorno al progetto esecutivo, «in questi giorni partirà la procedura per l’affidamento dei lavori». Interventi che con ogni probabilità non partiranno – come conferma l’assessora alla Mobilità Giovanna Cepparello – prima della prossima primavera o estate. Prosegue, dunque, la politica degli attraversamenti pedonali rialzati dopo quelli realizzati di recente sul viale della Libertà, via Goito e via San Jacopo in Acquaviva. Tornano sul viale Italia e arrivano anche, tra gli altri, nelle strade di Collinaia. E guai a chiamarli dossi.


 

Primo piano
La tragedia

Livorno, muore a 51 anni schiacciata con lo scooter fra due auto: chi è la vittima e la dinamica

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative