Livorno



SCEGLI L'EDIZIONE
Quel portasigarette e i destini incrociati dei due comandanti

di Gian Ugo Berti

1942: l’ufficiale inglese muore dopo aver perso l’amuleto dell’amico italiano al quale aveva affondato il sommergibile

19 agosto 2012


LIVORNO. È la notte del 14 luglio 1942. Il comandante della nave inglese ha appena imbarcato i naufraghi del sommergibile italiano affondato. Sono rimasti davvero in pochi. Il capo non è con loro, è scomparso fra le onde durante la battaglia. Li osserva, è un gentiluomo. Estrae un portasigarette d'argento, con fare rispettoso lo apre davanti a quegli uomini, suoi nemici fino a qualche ist...


Primo piano

Anarchici
Cospito, la procura di Roma apre un’inchiesta sulle parole di Donzelli


Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 01954630495

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.