Il Tirreno

Firenze

Animali

Firenze, lupo avvistato di notte nella zona di Malmantile a pochi metri dalle case

di Valentina Tisi
Firenze, lupo avvistato di notte nella zona di Malmantile a pochi metri dalle case

Lastra a Signa, l’esemplare è stato visto da Alessandro Fossi di Montelupo, che da anni si occupa di wildlife e fototrappolaggio

09 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





LASTRA A SIGNA. Avvistato un lupo nelle campagne di Malmantile. L’animale è stato immortalato dalle fototrappole posizionate sul posto, in un’area che si trova a circa cento metri dalle case. L’avvistamento risale ad alcuni giorni fa, il 29 maggio alle 1.15 per la precisione, nei giorni successivi l’analisi del materiale raccolto ha permesso di confermare che quello che appare nelle immagini è effettivamente un lupo.

Ad aver avvistato l’esemplare di Canis Lupus italicus è Alessandro Fossi di Montelupo Fiorentino, che da tanti anni si occupa di wildlife e di fototrappolaggio. «Cerco e fotografo esclusivamente animali selvaggi. Giorni prima ho trovato delle orme in quell’area, quindi ho monitorato la zona con fototrappole a infrarossi e sensori di movimento termici. Alla terza settimana di osservazione sono riuscito a filmare, oltre a cinghiali, e volpi, un esemplare di lupo che si avvicinava ad una pozzanghera».

Fossi però non è il tipo che grida «Al lupo, al lupo» con leggerezza, dopo aver immortalato l’animale nel video infatti ha mostrato la documentazione raccolta al dottor Duccio Berzi «Che è uno dei massimi esperti italiani di lupi» spiega. «Dopo che mi ha dato conferma positiva - prosegue Fossi - la documentazione è stata mandata all’ufficio preposto della regione Toscana dove l’esemplare è stato censito». Nelle scorse settimane avvistamenti erano stati segnalati anche da altre zone: Fiesole, Grassina, Antella, Empoli.

L’appassionato di wildlife, che condivide i suoi video di riprese di animali sul canale youtube “Le creature della notte”, intanto continua a monitorare la situazione. «Sto cercando di capire - dice - se è da solo oppure no». Per quanto riguarda le abitazioni vicine al luogo dell’avvistamento Fossi aggiunge: «Mi faceva piacere avvertirle non perché ci sia un pericolo per le persone, da quel punto di vista non c’è da aver paura, ci si può convivere. Ma perché se hanno animali e li tengono fuori è bene che facciano attenzione».

 

Primo piano
Le sabbie mobili dei cantieri

Quante opere pubbliche stritolate fra burocrazia e soldi che mancano: i casi in Toscana, i tempi e i progetti

di Barbara Antoni