Il Tirreno

Firenze

Il caso

Rapina due minorenni in centro a Firenze, gli notificano gli arresti e lui posta l’ordinanza su Instagram

Matteo Leoni
Rapina due minorenni in centro a Firenze, gli notificano gli arresti e lui posta l’ordinanza su Instagram

Un 20enne è finito ai domiciliari per aver derubato due ragazzini. L’episodio è accaduto a dicembre in piazza Duomo, incastrato dalle immagini

24 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE La polizia di Stato ha eseguito nei giorni scorsi un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Firenze Antonella Zatini, su richiesta della procura della Repubblica del capoluogo toscano, nei confronti di un ventenne, indagato per rapina aggravata in concorso. Il giovane, ricevuta la notifica degli arresti, avrebbe postato il documento tra le storie del suo profilo instagram.

Secondo quanto ricostruito dai Falchi della squadra mobile, diretta da Andrea Di Giannantonio, una notte dello scorso dicembre in piazza Duomo, due ragazzi italiani minorenni stavano rientrando in casa, quando furono avvicinati da tre giovani, uno dei quali in monopattino, con la scusa di chiedere una sigaretta.

Subito dopo, quella che sembrava essere una semplice richiesta si sarebbe trasformata però in un’aggressione, infatti uno dei tre avrebbe spintonato uno dei ragazzi contro un muro, costringendolo a consegnargli il cellulare e pochi euro che aveva al seguito.

Un secondo aggressore nel frattempo se la sarebbe presa, minacciando di avere un coltello, con l’altra giovane vittima che, intimidita, gli avrebbe consegnato anch’essa lo smartphone e una banconota da cinque euro. Inoltre, il rapinatore avrebbe poi portato il giovane in una via poco distante per spogliarlo anche del proprio giubbotto griffato Armani e della costosa cintura Louis Vuitton.

Il tutto sotto gli occhi di un terzo che, secondo le ricostruzioni, avrebbe avuto nel contesto la funzione di “palo”, contribuendo comunque in parte all’azione dei complici.

Da quanto appreso una delle vittime sarebbe poi riuscita a raggiungere la propria abitazione e a mettersi in salvo, l’altra si sarebbe rifugiata in un locale della zona.

Gli investigatori di via Zara hanno passato al setaccio le immagini dei sistemi di videosorveglianza del centro individuando il giovane quale uno dei presunti autori della rapina, già noto alle forze dell’ordine, diventato poi destinatario del provvedimento del giudice.

Le indagini dei Falchi della squadra mobile della questura di Firenze hanno inoltre permesso di acquisire ulteriori elementi a carico della stessa persona che, condivisi dalla Procura della Repubblica Fiorentina, hanno dato origine all’ordinanza. Nel 2020, quando era minorenne, l’arrestato è stato ritenuto responsabile dell’incendio di alcuni scooter che andarono in fiamme in piazza Davanzati, nel centro cittadino.

Primo piano
La violenza

Viareggio, tre adolescenti aggrediti e picchiati a colpi di casco vicino a un bagno

di Donatella Francesconi e Roy Lepore