Il Tirreno

Firenze

Il delitto

Firenze, commerciante ucciso: ci sono due fermati, un suo ex dipendente e il fratello

di Matteo Leoni

	Ambulante ucciso a Firenze: c'è una svolta
Ambulante ucciso a Firenze: c'è una svolta

Il 62enne ucciso all’ingresso del suo appartamento: ora c’è una volta

03 dicembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. Svolta nell’omicidio del commerciante iraniano Kiomars Chaikar Safaei: ci sono due fermati. Si tratta di un ex dipendente del banco al Mercato del Porcellino di cui l’uomo era titolare e suo fratello.

Il commerciante iraniano sarebbe deceduto la sera di mercoledì, poco dopo essere rientrato a casa dal lavoro. Il fratello e il nipote lo hanno trovato il giorno successivo, dopo essere andati a casa sua, preoccupati per non averlo visto, come ogni mattina, al suo banco al mercato del Porcellino.

Il cadavere si trovava a terra, nell’ingresso. Il settantaduenne era vestito, addosso aveva ancora il giubbotto, le mani legate dietro la schiena con del nastro adesivo. In testa un sacco, di tela. Una maglia abbastanza larga da permettergli di respirare, che avrebbe fatto escludere fin dal primo momento lo scenario di una morte per soffocamento.

Primo piano
L’omicidio

Firenze, donna trovata strangolata in casa: uccisa dal figlio

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative