Il Tirreno

Empoli

Empoli Per l’assalto al Torino Nicola sperimenta anche il 3-5-2

Empoli Per l’assalto al Torino Nicola sperimenta anche il 3-5-2

Non escluso un cambio di modulo con Niang e Cambiaghi a formare l’attacco Out Ismajli, possibile ritorno in campo, probabilmente a gara in corso, di Grassi

05 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Si lavora senza sosta in casa Empoli per preparare il match contro il Torino che verrà al Castellani in cerca di punti per l’Europa. In questi giorni mister Davide Nicola sta insistendo con il solito modulo, il 3-4-2-1, ma con qualche variante che potrebbe essere utile in fase di non possesso. Il tecnico di Luserna San Giovanni starebbe infatti collaudando anche il 3-5-2, con Niang e Cambiaghi a comporre il duo d’attacco e Zurkowski arretrato prudenzialmente in mediana. Maleh contro l’Inter ha scontato il turno di squalifica e dovrebbe tornare titolare per dettare i tempi nel tondino di centrocampo. Accanto a lui possibile l’impiego di Marin, come è stato negli ultimi incontri, ma ci sarebbero da considerare anche le condizioni di Grassi, in netta ripresa. In questi giorni, il bresciano si è allenato sempre di più in gruppo con i compagni: che sia arrivato il momento di rientrare in campo, magari a gara in corso? Potrebbe essere una soluzione a cui Nicola sta pensando in questi giorni, anche per ovviare a un problema sempre più palpabile. Nelle ultime uscite, l’Empoli nel tiro dalla distanza ha colto poco lo specchio della porta e ha il “viziaccio” di finire spesso, troppo spesso in fuorigioco. Sono sessantuno gli offside fischiati in stagione all’attacco empolese, record negativo del campionato. Ecco che un diverso interprete dei lanci dalle retrovie potrebbe fare comodo. Due giocatori che in questi giorni stanno lavorando a parte sono Berisha e Ismajli: il portiere albanese potrebbe accomodarsi in tribuna domani, con Perisan pronto a fare la sua parte da vice-Caprile in panchina. In difesa fiducia confermata quindi a Bereszynski sulla destra: l’esterno polacco anche in occasione della gara contro l’Inter ha dato prova di personalità, pur dovendo fronteggiare avversari del calibro di Martinez e domani potrebbe tornare a farsi valere contrastando a dovere le avanzate del temibilissimo Zapata, l’attaccante più prolifico dei granata con dieci reti. Davanti a Caprile troverà naturalmente posto Walukiewicz, sulla fascia sinistra Luperto non farà altro che aumentare il suo già lauto minutaggio guidando a dovere i compagni nella fase di rientro. Davanti al capitano, Gyasi è pronto all’ennesima prova di corsa e sacrificio: il ghanese dovrà provare a farsi spazio in avanti quando l’occasione si presenterà e dovrà essere pronto a ripiegare aiutando la difesa nella lettura delle azioni offensive granata. Anche da Zurkowski ci si aspetta tanto, dopo quanto di buono fatto vedere nelle sue prime partite di ritorno all’Empoli: il polacco dovrà svariare sui due fronti, il centrocampo e l’attacco, cercando di rendersi imprevedibile per la difesa granata. In attacco potrebbe ancora partire titolare Niang, con Cerri pronto a subentrare. All’appello non mancherà il dodicesimo uomo, chiamato a fare la sua parte nell’ennesimo crocevia della stagione. Come contro il Bologna, gli Under 14 accompagnati avranno diritto a un biglietto omaggio; ogni abbonato potrà acquistare al massimo quattro biglietti a un prezzo ridotto e chi acquisterà il tagliando per la gara contro il Torino avrà la possibilità di acquistare in prelazione e a tariffa promozionale al massimo due ingressi per la gara contro il Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Pisa, muore pallavolista di 32 anni a tre giorni dal malore in campo durante un torneo

di Andreas Quirici