Il Tirreno

Empoli

Scuola

Nuovo asilo nido a Capraia e Limite: accoglierà fino a venti bambini

Nuovo asilo nido a Capraia e Limite: accoglierà fino a venti bambini

Il sindaco Giunti: «Un servizio fondamentale per il nostro territorio»

26 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





CAPRAIA E LIMITE.  È stato ufficialmente inaugurato il nuovissimo nido d’infanzia dentro la scuola San Francesco di Capraia e Limite, gestito dalla rete di scuole paritarie Scuole per Crescere.

Il nido, inaugurato ieri, arriva dalla necessità delle famiglie della zona di poter avere una realtà che ospitasse bambini a partire da 12 mesi. In questo modo l’offerta dell’Istituto San Francesco andrà dai 12 ai 36 mesi, grazie alla presenza della scuola dell’infanzia e della sezione primavera già esistenti.

Il nido, oggi, conta 20 bambini e ha raggiunto la capienza massima mentre la scuola dell’infanzia per l’anno scolastico in corso accoglie 47 famiglie iscritte.

All’inaugurazione erano presenti Leonardo Alessi, presidente della Federazione italiana scuole materne (Fism), Alessandro Giunti, sindaco di Capraia e Limite e don Franco, parroco della parrocchia di Limite sull’Arno e Jessica Magrini, coordinatrice pedagogica Comunale, oltre al personale dei servizi dell’infanzia dell’amministrazione comunale, alle insegnanti e ai genitori.

Alessandro Giunti, sindaco ci Capraia e Limite, afferma: «Questo nuovo asilo sarà fondamentale per la nostra comunità e anche per i nostri bambini, che già inizieranno ad entrare in un contesto di un certo tipo. Il servizio dei nidi d’infanzia è talmente importante che la Regione Toscana ha deciso di garantirlo in forma gratuita a famiglie con Isee sotto i 35mila euro, il che fa capire il valore di un servizio di questo tipo». Nei giorni scorsi, infatti, la Regione ha spiegato che il suo contributo integra il bonus nidi erogato dall’Inps per ridurre la quota delle rette a carico delle famiglie. Ma mentre il bonus Inps viene concesso a rimborso, dopo che la retta è stata anticipata dalla famiglia, la Regione ha deciso di integrare direttamente la quota che eccede il rimborso Inps (272,72 euro per Isee fino a 25 mila euro e 227,27 per Isee fino a 35 mila), praticando così una sorta di “sconto” fino a concorrere all’intero ammontare di una retta mensile massima di 800 euro. I genitori con Isee fino a 35 mila non dovranno quindi sborsare un euro. Ciascuna famiglia potrà beneficiare di uno sconto garantito dalla Regione Toscana fino ad un massimo di 5.800 euro per 11 mesi (settembre 2023-luglio2024). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Esteri

Il presidente Usa Joe Biden: «Mi ritiro dalla corsa alla Casa Bianca». L’endorsement a Kamala Harris

Sport