empoli
cronaca

Palio di Fucecchio: un “missile” e tre stelle accendono la Tratta

Massarella favorita, ma esultano anche Raimonda, Querciola e Ferruzza. Ecco l'esito del sorteggio


21 maggio 2015 Marco Sabia


FUCECCHIO. La Dea della tratta si è tolta la benda e ha guardato negli occhi Massarella, a cui ha regalato il cavallo più forte, almeno sulla carta. Si tratta di Rijhaid, animale all'esordio, che potrebbe regalare il cencio ai massigiani. A gioire anche Porta Raimonda, che ha ottenuto il vincitore 2012 Nanneddu e Ferruzza, con l'altro vincitore dell'edizione 2011 Narcisco. Buone possibilità anche per i campioni in carica di Querciola, che si sono portati in stalla Tavel Pontadour, cavallo fucecchiese che l'anno scorso avrebbe vinto il Palio se non fosse comparso il "missile" Bomario da Clodia.

Gli outsider. Detto delle favorite, ci sono anche altre contrade che potrebbero sperare di far un bel Palio: prima di tutte Cappiano, che ha avuto Nottifrimmesmai, animale già vestito dei colori di Cappiano nel 2010 ma senza il lieto fine previsto. A seguire Porta Bernarda, per la quale si prevede una carriera complicata data dalla contemporanea presenza di Nanneddu nella rivale; i rossoneri andranno al Palio con Bovskaja da Clodia, animale affidabile ma che - almeno sulla carta - parte dietro rispetto al rivale della Capitana. Anche per le due rivali Botteghe e Borgonovo si preannuncia un Palio non semplice: Botteghe con Questione d'Amore, Borgonovo con Saburghesa, proveranno quantomeno ad andare in finale e poi vedranno come comportarsi, specie se ci sarà la rivale in finale. Un ulteriore out sider potrebbe essere Quercino in Sant'Andrea, l'anno scorso giunto terzo e che potrebbe cambiare marcia passando dalle mani della affidabilissima stalla insuese.

Le deluse. Se Massarella è letteralmente esplosa di gioia, non si può dire lo stesso per la nemica Torre, che al Palio andrà con Oscar Sauro, già visto al Palio proprio con Massarella nell'anno in cui vinse Torre (2013). A seguire San Pierino con Quisario e Samo con Djib, cavalli che non hanno gioire nessuna di queste due contrade, che tuttavia non avendo la rivale non avranno da guardarsi da eventuali "purghe".

Il programma. Con la prima prova obbligatoria si vedranno le neonate accoppiate. Da giovedì 21 in Buca - meteo permettendo - partiranno le prime prove obbligatorie per le contrade: una nel tardo pomeriggio di giovedì, l'altra alla stessa ora di domani, regolate dal mossiere "di ritorno" Renato Bircolotti, che ha scalzato il grande favorito della vigilia Gennaro Milone. Le contrade avranno la possibilità di testare le accoppiate che hanno messo in piedi dopo l'assegnazione a sorte dei cavalli avvenuta ieri sera in piazza Montanelli (in extremis dopo le corse di selezione, esclusa a sorpresa anche Quella Rosa). In particolare potranno verificare l'impatto del fantino scelto sul barbero sorteggiato, per capire se quello che è il fantino giusto o se è meglio cambiare. C'è tempo, infatti, fino a sabato mattina per eventuali ripensamenti, che succedono di rado ma non sono impossibili e sono già capitati. Poi, una volta presenziato alla cerimonia per l'iscrizione dei fantini, l'accoppiata cavallo-fantino rimane quella fino alla carriera, salvo infortuni durante la stessa che autorizzano la singola dirigenza di contrada a scegliere uno dei fantini di riserva. Eventualità comunque decisamente remota, anche storicamente, che si è verificata l'ultima volta nel 2008 quando Botteghe ebbe in sorte (a quel tempo funzionava così) il fantino Federico Sanna dopo che il titolare Giovanni Atzeni s'era infortunato alla spalla e aveva preferito non prendere parte alla finale. A differenza di Silvano Mulas, che venne curato per correre la finale, che riuscì incredibilmente a vincere con un cavallo non favorito, davanti alla rivale Raimonda. Durante le prove obbligatorie le contrade potranno anche giocare a nascondino per non svelare le proprie potenzialità. Oppure fare una grande prova, per impressionare la rivale, per chi ce l'ha.

IL NOSTRO SUPER LIVE. Vi ricordiamo che domenica 24 seguiremo la sfilata e la corsa con una super diretta multimediale a partire dalle 10.

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.