Il Tirreno

Versilia

Tiro alla fune Black Bull e Cerberi si fanno valere a livello nazionale

di Nicoletta Dati
Tiro alla fune  Black Bull e Cerberi si fanno valere a livello nazionale

I Cobra di Fermo si aggiudicano i campionati italiani organizzati a Camaiore La squadra di Barsottelli in semifinale, quella di Ulivi in gara fuori classifica

29 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CAMAIORE. Grande entusiasmo al PalaCamaiore per il ritorno dopo quattro anni di una competizione ufficiale di tiro alla fune indoor. Black Bull e Cerberi si sono uniti per organizzare la finale del campionato italiano di tiro alla fune 640kg e del campionato promozionale 450kg mix Figest (Federazione italiana giochi e sport tradizionali), patrocinate dal Comune di Camaiore.

A fare gli onori di casa oltre ai presidenti delle due realtà locali (Flavio Barsottelli per i Black Bull e Cristiano Ulivi per i Cerberi), le autorità comunali (il presidente del consiglio Andrea Boccardo e l’assessore allo sport Luca Mecchi) e federali (Matteo Capeccia, responsabile di settore, Alfredo Dalle Luche responsabile nazionale indoor e delegato provinciale e Gabriele Bartalucci delegato per la provincia di Firenze).

I Cobra sono stati proclamati campioni italiani della 640kg e i Black Bull vincitori della 450mix kg. A premiarli è stato il sindaco Marcello Pierucci. In pedana tra i tiratori molti degli azzurri che hanno preso parte ai recenti mondiali in Svezia.

Per la 640kg si sono alternati in pedana i tiratori delle società Bellatores (di Monte Urano), Valtellina (di Morbegno), Cobra Fermo (di Fermo), Black Bull (di Camaiore), Lubrensis (di Massa Lubrense), Santa Vittoria (di Fermo), Cavalcata (di Fermo) e Cerberi (in gara fuori classifica) in un tutti contro tutti che ha visto accedere alle semifinali Cobra, Valtellina, Bellatores e Black Bull. In finale Cobra e Valtellina hanno regalato spettacolo e alla fine sono stati i Cobra di Fermo a confermarsi campioni. Quarto posto per i Black Bull che nella finalina si sono arresi non senza lottare ai tiratori di Valtellina.

Tutta locale è stata la categoria promozionale 450mix kg che ha visto affrontarsi due squadre dei Black Bull e due dei Cerberi. Alla fine la classifica ha premiato i Black Bull primi e secondi con le squadre Nero e Bianco. Terzo posto per i Cerberi Rosso, chiudono la classifica i Cerberi Blu.

«Ringraziamo la Figest che ci ha concesso di partecipare alla categoria 640kg come fuori classifica nonostante non fossimo iscritti, sono molto contento dei risultati dei miei ragazzi – ha detto Cristiano Ulivi, presidente dei Cerberi – essendo anche l’unica squadra con una donna non abbiamo mai mollato. È stato un evento riuscito e ci ha fatto piacere come penso ai Black Bull riportare il campionato a Camaiore».

«Siamo contenti della bella giornata di sport che è venuta fuori e del fatto che dopo tanto il Comune sia stato molto presente – ha aggiunto Flavio Barsottelli, presidente dei Black Bull – siamo contenti di aver vinto la categoria mista anche se le squadre erano poche. Arrivare primo e secondo significa che lavoriamo bene. Siamo anche contenti perché dopo anni di accesa competizione ora con i Cerberi c’è un clima disteso che fa bene a tutto il movimento. Abbiamo messo da parte il campanilismo organizzando insieme questo evento e allenandoci anche insieme. Per il quarto posto nella 640 kg dobbiamo essere contenti di quanto fatto, gli altri sono più avanti. Lavoreremo per tornare ai vertici come abbiamo sempre fatto».

Atleti Black Bull: Pietro Belli, Mykola Peresunko, Gabriele Barsanti, Federico Palagi, Diego Dalle Mura, Lorenzo Mallegni, Fabio Petrucci, Stefano Pieruccioni, Nicholas Ceragioli, Gianluca Grossi, Gabriele Bartalucci, Rosario Arcara, Luna Bonuccelli, Angela D'Angelo, Elena Simeone, Claudia Perino; coach Luciano Baldaccini; preparatore atletico Daniele Salvini, presidente Flavio Barsottelli, vicepresidente Marco Dalle Mura, segretaria Ileana Pasquali.

Atleti Cerberi: Gabriele Dini, William Palmerini, Cristiano Ulivi, Daniele Esposito, Roberto D’Angelo, Maurizio Benedetti, Devis Palmieri, Mauro Pezzini, Mauro Moriconi, Martina Mattei, Silvana Benedetti, Sophia Gabsi, Chiara Moriconi, Cristiana Zamorani, Sandra Maffei; coach Federico Da Castagnori e Simone Tabarrani; presidente Cristiano Ulivi.
 

Primo piano
La tragedia sul campo da calcio

Morte di Mattia Giani, l'inchiesta: tutti i punti da chiarire su cui sta indagando la procura

di Matteo Leoni
Sportello legale