Il Tirreno

Versilia

A Barcellona come una finale

di Giacomo Corsetti

	Il Forte esulta dopo un gol (foto d’archivio)
Il Forte esulta dopo un gol (foto d’archivio)

Hockey: il Forte chiamato all’impresa più difficile per passare il turno in Champions. I rossoblù stanno bene e sperano di replicare la memorabile impresa del 2017

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





FORTE DEI MARMI. Praticamente una finale, l’ultima spiaggia per sperare ancora nella qualificazione al prossimo turno di Champions League. Servirà la partita perfetta al Forte dei Marmi di Alessandro Bertolucci in casa del Barcellona, al PalauBlaugrana, storicamente un catino imprescindibile per l’armata del Barça, forte di 22 Champions League e 33 titoli spagnoli.
Un’impresa che però in passato il Forte ha già compiuto. Nel 2017 i rossoblù riuscirono a centrare una vittoria ancora impressa negli occhi di tutti i tifosi italiani, espugnando la Catalogna con il punteggio di 4-3. Un occhio, però, dovrà essere buttato inevitabilmente anche alla sfida tra Deportivo Liceo e Barcelos, con i fortemarmini che sperano in un risultato positivo da parte dei galiziani. I rossoblù hanno bisogno di una vittoria per rimescolare le carte, e poi giocarsi la qualificazione nell’ultima gara contro il Barcelos in casa, battendolo con due reti di differenza: il Barcellona è a 10 punti, Barcelos a 7 e Forte a 4. Per farlo avranno tutti a disposizione, oltre che un morale alto e una forma fisica brillante. Le ultime due vittorie contro il Montebello non hanno solo regalato la semifinale in Coppa Italia e un nuovo successo in campionato, ma hanno anche rafforzato le certezze in vista di questo snodo cruciale per la stagione europea. All’andata al PalaForte il Barcellona era riuscito a vincere con il punteggio di 3 a 1. A trascinare il gruppo saranno soprattutto Ambrosio e Compagno, ma contro il Montebello tutti i rossoblù hanno dimostrato di essere di ottima fiducia, a cominciare da Pedro Gil. Il 43enne fuoriclasse spagnolo sarà determinante con la sua classe e la sua esperienza. Galbas e Ipiñazar sono entrambi al top, così come ottima è stata l’ultima prova di Cinquini e Torner. Il Barcellona invece intende difendere il proprio primo posto dal Barcelos, lontano solo tre punti in classifica.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La testimonianza

Firenze, parla Maria: «Così la polizia mi ha fratturato il naso durante il corteo, colpita al volto senza motivo»

di Danilo Renzullo
Le nostre iniziative