Il Tirreno

Versilia

serie C 

Oasi, prima a sorpresa ma non per caso Francesconi: «Intanto salviamoci, poi...»

Nicoletta Dati
Oasi, prima a sorpresa ma non per caso Francesconi: «Intanto salviamoci, poi...»

Il tecnico delle viareggine traccia il bilancio della prima parte di campionato, con nove vittorie e una sola sconfitta

31 dicembre 2021
4 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. L’Oasi Viareggio guida il girone C del campionato di pallavolo regionale di serie C femminile, con nove vittorie in dieci gare disputate. L’unica sconfitta del team di Alessandro Francesconi è arrivata per mano della diretta inseguitrice Dream Pisa, unica che al rientro dalle festività può insidiare il primato in chiusura di girone di andata e che per stessa ammissione di Francesconi è la squadra più forte, quella che potrà chiudere il campionato in testa.

Ciò detto, non è pronto a cedere lo scettro senza lottare: «Quella con il Dream Pisa è stata la gara preparata peggio, sia da un punto di vista fisico che da un punto di vista tecnico tattico, indipendentemente dal loro valore, sono sicuro che la gara di ritorno sarà un’altra storia».

Essere in vetta è per il coach dell’Oasi sia la sorpresa che la soddisfazione più grande: «Questo girone di andata è frutto di una squadra umile, che lavora sodo, non ci sono prime donne, tutti mettono sempre il massimo in allenamento e in campo; ci sono due atlete, Morganti e D’Agliano, che si allenano con la prima squadra, fanno la preparazione ma non entrano mai, per poter essere poi sfruttate nel campionato di Seconda divisione, ma nonostante questo loro fanno gruppo ed esultano dopo ogni punto. Questo è sintomo di un gruppo sereno, che ce la sta mettendo tutta e che ha una grande passione per questo sport».

«Abbiamo affrontato gare toste oltre al Dream, come con Cascina e con il Vp Volley (unica a portare l’Oasi al quinto e strappare un punto ndr) contro cui abbiamo dimostrato di avere carattere da vendere – ha detto ancora il coach dell’Oasi – e anche per il girone di ritorno vedo in Pisa, Cascina e Casciavola se ritroverà tutto l’organico, le squadre più toste da affrontare. Anche contro il Vp Volley non sarà facile».

Nonostante il primato, vista la formula particolare l’obiettivo dell’Oasi rimane evitare i playout: «Quello che mi fa ben sperare è vedere che il gruppo delle prime quattro è staccato dal quinto posto, che significa playout. Per questo abbiamo sempre uno sguardo sulla quinta posizione che ci dista di ben 13 lunghezze. In questo mese, dobbiamo lavorare con concentrazione, migliorare quello che non è andato e dare un peso importante al richiamo fisico. Il primo posto ci dà serenità con la consapevolezza che abbiamo margine anche per gestire qualche sconfitta. – ha detto Francesconi – La sorpresa più grande è aver dato un vestito a questa squadra ed un gioco concreto che sta dando noia a tutte le altre. Voglio fare un plauso a tutti noi, dal preparatore atletico Del Gaddo, al mio secondo Neri ed anche a me, perché stiamo giocando con titolari che lo scorso anno non giocavano come Risaliti, o giocavano poco come Bruno. Abbiamo finalmente lanciato giovani del nostro vivaio come Oshafi (2005) e Francesconi (2006) e la regista Lilli ha un passato da libero e come tutti sta crescendo giorno dopo giorno. La squadra sta prendendo fiducia e noi siamo davvero molto soddisfatti». Francesconi fa anche una considerazione più generale del campionato: «Devo essere onesto e riconoscere che il livello generale del girone nostro e degli altri due si è abbassato rispetto a tre o quattro anni fa, ma questo onestamente anche in serie B2 dove le società anche a seguito della pandemia e dalla mancanza di sponsor hanno fatto meno investimenti puntando ad un cambio generazionale. Cambio che abbiamo fatto anche noi e che una volta uscito il regolamento ci ha un po’ spaventato visto che già la quinta classificata farà i play out- ha spiegato – ai playout poi non importa come eri classificato perché sono gare a se, dove un infortunio, un’assenza può costare una stagione. Per questo diamo sempre uno sguardo al quinto posto e per questo vedere che il gruppo delle prime quattro si sta staccando ci dà un po’di sicurezza per lavorare in serenità».

Questa la rosa dell’Oasi Viareggio: Chiara Arduini, Elisa Bruno, Claudia D’Agliano, Elisa De Santi, Chiara Della Vedova, Emma Sofia Francesconi, Sara Lilli, Tatiana Martinelli, Francesca Morganti, Francesca Oshafi, Sabrina Risaliti, Dania Torriani K. Allenatore Alessandro Francesconi, vice Mauro Neri.

Nicoletta Dati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri