Il Tirreno

Versilia

le interviste 

Vangioni: «Siamo tornati la squadra degli anni scorsi»

M.M.
Vangioni: «Siamo tornati la squadra degli anni scorsi»

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Seravezza. Tre vittorie in quattro partite e il Seravezza in questo campionato matto inizia a vedere la fine del tunnel: un percorso ancora lungo perché non si sa ancora se ci saranno i playout. Il Seravezza ha finito i recuperi, ma alcune formazioni (in primis la Correggese) ne ha ancora tanti con mezza squadra positiva al Covid e pensare di andare in pari con i recuperi entro il 9 maggio quando si dovrebbe ripartire è impensabile. Fatto sta che si è rivisto il Seravezza con il suo centrocampo che fa invidia a tutta la categoria e che non molla mai come un tempo. Adesso bisogna fare almeno dieci punti in sette partite, ma non è un obiettivo impossibile.

Cosa è cambiato lo spiega mister Walter Vangioni che di questa squadra è l’anima: «È cambiato che siamo tornati ad essere il Seravezza degli anni scorsi che fa la partita e non smette mai di lottare. Abbiamo combattuto con tanti infortuni e finalmente riusciamo ad essere più efficaci: abbiamo trovato la nostra dimensione e la posizione in campo e questo ci ha dato certezze. Avevamo di fronte una squadra che sono certo farà benissimo ai playoff e credo che invece, siamo riusciti a dominare per un tempo e a gestire nel secondo. Nella prima parte siamo stati quasi perfetti, potevamo raddoppiare già prima dell’intervallo, lo abbiamo fatto nel secondo tempo anche se hanno annullato un gol parso buono a tutti. Sono tre punti importanti che però non cambiano la nostra stagione. Il nostro obiettivo è avere sei squadre dietro di noi o quante ne serviranno. La cosa più importante è aver visto di nuovo la squadra di un tempo. Grande prestazione di Bedini? È un giocatore che sa fare molti ruoli e che vorrò sempre in squadra con me, ma siamo stati tutti bravi. Adesso riposiamo di nuovo e ci aspetta il Lentigione che si gioca il campionato, ma abbiamo il dovere di provarci». —

M.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina