Il Tirreno

Versilia

Il caso

Viareggio, spiaggia del Moletto piena nonostante il divieto: salvato un bagnante che rischia di annegare

di Donatella Francesconi

	Da destra: Domenico Casella e Ruben Del Carlo, bagnini della spiaggia attrezzata “L’Altro Mare”
Da destra: Domenico Casella e Ruben Del Carlo, bagnini della spiaggia attrezzata “L’Altro Mare”

L’Autorità portuale regionale ha collocato cartellonistica in quattro lingue per indicare anche il divieto di balneazione. Un giovane è stato soccorso dai bagnini de “L’Altro Mare”

30 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. Un sabato tranquillo, quello di ieri, con tanta gente sulla spiaggia nonostante il tempo velato. Nonostante la nuova cartellonistica in più lingue predisposta dalla Autorità portuale regionale, anche la spiaggia “fantasma” del Moletto si è riempita di bagnanti. Uno dei quali ha impegnato in un salvataggio i bagnini della spiaggia attrezzata “L’Altro Mare”.

«Abbiamo visto un giovane nuotare verso le boe, là dove c’è la spiaggia libera», racconta al Tirreno Domenico Casella, tre anni di maglietta rossa, che è intervenuto insieme a Ruben Del Carlo, figlio del titolare della spiaggia attrezzata – Marco Del Carlo, bagnino di esperienza – che ieri ha avuto «il suo battesimo».

Casella continua: «Lo abbiamo tenuto d’occhio e con il binocolo lo abbiamo visto fermo in acqua. Ho chiamato il collega, un ragazzo giovane alla sua prima volta da bagnino. E menomale che ci siamo mossi. Perché il ragazzo in acqua aveva già la temperatura corporea molto bassa ed era bianco come uno straccio. Era molto stanco. Dalla paura non voleva salire neppure sul patino».

Mentre Casella e Del Carlo erano intenti al salvataggio, un alto assistente bagnanti li ha sostituiti alla postazione della spiaggia attrezzata.

Situazioni che si verificano spesso e che costringono i bagnini della spiaggia attrezzata a intervenire nelle acque antistanti il tratto di arenile lungo la Diga foranea. Spiaggi che non rientra da quelle del Piano spiagge del Comune di Viareggio ed è quindi abbandonata a se stessa, nonostante la grande quantità di persone che la frequentano comunque. l

Donatella Francesconi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore