Il Tirreno

Versilia

L’intervento

Viareggio, tolti i ponteggi dall’ex caserma. Ma per i lavori ci vorrà tempo

di Donatella Francesconi
L’ex caserma dei carabinieri, immobile storico di Viareggio, senza i ponteggi al termine dell’intervento di sola messa in sicurezza delle facciate (foto Paglianti)
L’ex caserma dei carabinieri, immobile storico di Viareggio, senza i ponteggi al termine dell’intervento di sola messa in sicurezza delle facciate (foto Paglianti)

La Provincia: «Edificio sicuro, per il recupero aspettiamo il progetto di Isyl»

26 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. Impossibile che l’immagine non rimanga impressa nell’occhio: l’ex caserma dei carabinieri di via Foscolo/angolo via Mazzini è stata liberata dell’imponente ponteggio che la Provincia di Lucca, proprietaria dell’immobile, aveva tirato su da fine 2021. Ma non è un bello spettacolo, con la facciata ricoperta da abbondante muffa che al momento della comparsa del ponteggio non c’era. Il presidente della Provincia, Luca Menesini, spiega: «Come proprietari dell’immobile eravamo destinatari di un’ordinanza di messa in sicurezza dello stabile rispetto alla caduta dall’alto di calcinacci o altro tipo di materiali. Questo abbiamo fatto e adesso chi passa sui marciapiedi a lato dell’immobile non corre più pericolo che qualcosa gli cada in testa».

Menesini ci tiene anche a precisare, rispetto ai lavori preventivati e messi in atto per un costo di 250mila euro: «Non era previsto che si intervenisse sulla facciata per altro che non fosse la sicurezza. E questo abbiamo fatto».

Adesso, però, l’immobile si presenta all’occhio di residenti e turisti in condizione estetiche peggiori di quelle di prima e presto lo si noterà ancora di più, quando saranno terminati i lavori – finanziati con i fondi Pnrr – per il dirimpettaio palazzo delle Muse.

Dallo scorso settembre, il futuro dell’immobile è stato definito con una intesa tra Provincia di Lucca, Comune di Viareggio e Fondazione Isyl per la formazione nei mestieri della nautica. L’ex caserma dei carabinieri diventerà la sede del centro “Its Academy”, con la disponibilità della Isyl all’organizzazione e alla gestione di uno spazio per la diffusione della tradizione della nautica e della cantieristica viareggina.

«Isyl sta lavorando per redigere un progetto di riqualificazione», sono ancora le parole del presidente Menesini: «Lo aspettiamo per capire quali saranno i costi e definire quanto serve e chi fa cosa. A breve con loro ci dobbiamo rivedere proprio sul progetto che dovevano mettere a punto».

Nel settembre dello scorso anno, ad accordo a tre stipulato, il sindaco Giorgio Del Ghingaro aveva spiegato che da lì a breve da Roma sarebbero stati assegnati i fondi relativi a un bando cui il Comune aveva partecipato, per un totale di tre milioni. Bando del ministero dell’Istruzione dedicato in special modo al potenziamento dei laboratori degli Istituti tecnologici Superiori. I tre milioni sono da suddividere fra attrezzature, arredi tecnici innovativi e laboratori 4.0: «Il 30% del totale, quindi un milione circa», spiega Del Ghingaro, «sarà investito per la ristrutturazione dell’immobile».

Avere ottenuto i fondi del bando statale, sottolineava il sindaco di Viareggio, dava la possibilità «di partecipare ad un secondo bando di 2,3 milioni di euro (su cui sarà necessario competere e ottenere) per l’ulteriore sviluppo dei laboratori». Insomma, al momento della stipula dell’intesa tra enti pubblici e Isyl – nel settembre scorso – era disponibile solo un 30% di fondi da destinare al recupero interno ed esterno dell’immobile storico, abbandonato da 16 anni, che ne ha un gran bisogno.

La Fondazione Isyl (Italian Super Yacht Life) al momento ha sede a Villa Borbone, grazie a un accordo con il Comune di Viareggio. Grazie ai finanziamenti messi a disposizione dal bando PR Toscana FSE+ 2021/2027 della Regione Toscana, la Fondazione Isyl ha già attivato con successo numerosi corsi di formazione dedicati a futuri professionisti della nautica e alle professionalità della cantieristica, portualità, logistica ed accoglienza. L’obiettivo ultimo della Fondazione – così spiega il sito di Isyl – è «la creazione di una scuola di livello e respiro internazionale che risponda al bisogno di creare e formare le future generazioni di professionisti del settore, educandoli tramite un metodo condiviso e in accordo con le normative vigenti». Scuola post diploma di maturità che troverà sede, appunto, nel cuore di Viareggio a un passo dal mare e da Palazzo delle Muse con la sua Galleria d’arte moderna e contemporanea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il processo

Chiesti 3 anni 6 mesi per Lucarelli, Apolloni e tre amici: l’accusa di violenza sessuale

Sportello legale