versilia
cronaca

Sanità, l'allarme della Uil per il Versilia: «Gli esami di pronto soccorso rischiano di andare in tilt in estate»

Nel mirino del sindacato la carenza di personale in radiologia all'ospedale. La soluzione c’è per il sindacato: mettere mano al portafogli e alle assunzioni


21 giugno 2022


VIAREGGIO. Il reparto di radiologia a servizio del pronto soccorso all’ospedale Versilia rischia di non riuscire a organizzare i turni estivi. «Oltre ai problemi di infermieri e operatori sociosanitari – è l’allarme di Pietro Casciani e Fausto Delli, sindacalisti Uil – qui si sente l’assenza anche di un servizio tecnico specialistico che durante l’estate diventa presidio essenziale per tutta la costa».

La Uil invita l’azienda sanitaria a mettere mano alla potenziamento del personale prima che l’ospedale e i lavoratori si trovino con l’acqua alla gola: «Il caldo sta già richiamando tantissimi turisti nel fine settimana sul litorale versiliese e i numeri sono destinati ad aumentare vertiginosamente – proseguono Casciani e Delli – Prevediamo, come sempre, un iper afflusso al pronto soccorso, che rischia di mettere sotto pressione la struttura. Qui c’è un aspetto strutturale che è la distanza tra il pronto soccorso e la Tac, che deve essere colmata con un organico adeguato. Una carenza organica di tecnici di radiologia che l’azienda non sembra proprio voler prendere in considerazione. Dove sono i dirigenti? Perché non si fanno sentire?». Questione come sempre di numeri, rimarcano i responsabili della Uil Fpl: «A oggi mancano all’appello due tecnici andati in pensione e mai sostituiti, una gravidanza mai sostituita, un incarico trasferito in altra Asl. Con questi numeri basta un’assenza che si salta il giorno di riposo. Lo ribadiamo: ci sono colleghi che devono ancora smaltire le ferie del 2021, non è possibile. La situazione è addirittura peggiorata rispetto al 2019».

La soluzione c’è per il sindacato: mettere mano al portafogli e alle assunzioni: «C’è una graduatoria di concorso valida da cui attingere e ci sono persone che non vedono l’ora di essere assunte – concludono Casciani e Delli – Chiediamo e vogliamo un cambio di passo sulla radiologia».

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.