versilia
cronaca

La provincia italiana raccontata e analizzata nel libro di Bernabò

Si intitola Città Italia e sarà presentato a Pietrasanta, nel Chiostro di S. Agostino; oltre all'autore sarà presente il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.


21 giugno 2022


PIETRASANTA. La provincia italiana, con i suoi chiaroscuri e le sue prospettive in divenire analizzate da dieci esperti, è protagonista nel libro a firma dal vicedirettore del Sole 24 Ore Roberto Bernabò. Libro, “Città Italia”, che approda in terra di Pietrasanta, giovedì alle 18 nel Chiostro di S. Agostino, per una presentazione e un confronto intorno ai nodi chiave di un’Agenda urbana pensata, appunto, per il governo della “provincia”.

A rispondere presente all’appuntamento, oltre all’autore, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e il professore Francesco Ferrini dell’Università di Firenze. «Città Italia – spiega Bernabò, già direttore de Il Tirreno e oggi ai vertici della stampa nazionale – nasce innanzitutto da una vita dedicata al racconto giornalistico – prima da cronista e poi fino a direttore – delle città piccole e medie italiane, quel pezzo di Paese dove vive il 65% degli italiani e che amo profondamente. E poi dall’incrocio con l’esperienza al Sole 24 Ore, dove sono da cinque anni come vicedirettore, giornale che ha sempre fatto con la ricerca sulla “Qualità della vita” la fotografia più attenta e puntuale delle città. Oggi, in una società in profonda e velocissima trasformazione, con da una parte una fase post pandemia che ha portato a ripensare il modello delle grandi città e dall’altra con i fondi del Pnrr a disposizione per importanti investimenti, avere una visione lungimirante per il futuro delle città medie e piccole è una scommessa decisiva per l’Italia. Da qui l’idea di raccogliere dieci punti di vista illuminati per costruire una Agenda urbana della provincia italiana che abbia come perno centrale la trasformazione ecologica e digitale. Nella difficoltà che la politica molto spesso mostra nell’avere una visione, l’obiettivo è offrire un contributo al cambio di passo nell’amministrazione delle città, oltre schemi identitari, localismi e modelli economici e culturali superati».

Dieci città piccole e medie – Peccioli, Bolzano, Zola Predosa, Brescia, Favara, Trento, Messina, Ferrara, Padova, Parma – sono così raccontate da studiosi, manager e imprenditori attraverso interviste raccolte da Bernabò dove nel guardare oltre si certifica una trasformazione già in atto. «L’Italia delle città medie – si legge in una nota di presentazione – è un asse chiave dello sviluppo economico e sociale del Paese. Cariche di storia, abitate da più della metà degli italiani, oggi sono chiamate alla sfida delle transizioni ecologica e digitale. Sia i target internazionali sia le opportunità del Pnrr passano da questi Comuni, protagonisti nella pandemia nel discorso pubblico, e dalla loro capacità di visione e realizzazione».
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.