Il Tirreno

Versilia

i conti del comune 

Approvato il bilancio: confermato il no alla tassa di soggiorno

Approvato il bilancio: confermato il no alla tassa di soggiorno

31 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Camaiore. Il consiglio comunale di Camaiore ha approvato il bilancio di previsione 2022-2024, l’ultimo della giunta Del Dotto.

È stata confermata la decisione di non applicare la tassa di soggiorno, restando l’unico comune della Versilia a prendere questa decisione. Non ci saranno aumenti di tasse e tariffe: ciò conferma l’addizionale Irpef e le tariffe scolastiche. Vengono destinati cinque milioni per la spesa sociale e all’istruzione. Inoltre sono confermate le esenzioni e le riduzioni riguardanti le tariffe scolastiche e la tariffa sui rifiuti, alle quali sono stati inizialmente destinati fondi rispettivamente per circa 150mila euro e 200mila, che potranno essere ulteriormente finanziabili secondo le esigenze che si manifesteranno durante l’anno

Le riduzioni per le tariffe scolastiche, in special modo, saranno applicate per scaglioni di reddito Isee con esenzione totale per redditi fino a 6.500 euro.

«L’azione dell’amministrazione ha permesso di ridurre l’indebitamento, passando dagli oltre 55milioni di euro del 2011 ai 46.952.735 del 2021, riuscendo comunque a destinare una quota significativa a nuovi investimenti in opere pubbliche, grazie al lavoro di ottimizzazione delle spese e di annullamento degli sprechi», fanno sapere dal municipio.

Restano confermati, come già nel bilancio 2021/23, i tempi di pagamento dei fornitori, secondo gli scaglioni 30/60 giorni previsti dalla legge. All’interno del bilancio ci sono le coperture per i contenziosi per fatti risalenti ad amministrazioni precedenti come per esempio i soldi per la partita del Cav, il parcheggio di Gombitelli, risalente all’amministrazione Bertola.

«Abbiamo raggiunto un importante traguardo approvando il bilancio di previsione prima del 31 dicembre - dichiara l’assessore al Bilancio Marco Mecchi - fornendo così all’amministrazione il carburante per azionare la macchina comunale già dai primi giorni del nuovo anno. Voglio sottolineare gli sforzi fatti da questa amministrazione per far fronte ai debiti pregressi del Cav: praticamente in soli tre anni abbiamo fatto fronte a questo vecchio debito che siamo riusciti a portare poco sopra i due milioni, senza nessun accantonamento precedente. Lo stesso dicasi per la causa “parcheggio Gombitelli”, ereditata dalla precedente amministrazione (circa 436.000,00 euro), e finanziata da questa amministrazione. Tutti soldi che sono mancati, in questi ultimi tre anni, nell’erogazione di maggiori servizi e manutenzioni o maggiori spese per investimenti».

Approvazione anche dal sindaco Alessandro Del Dotto: «Approvando questo importante atto abbiamo gettato le basi per la gestione finanziaria dell’rnte nel 2022. Come tutti i bilanci previsionali potranno essere fatti aggiustamenti in corso d’opera, ma i princìpi di redazione sono governati dallo stesso spirito con cui sono stati redatti i bilanci delle Amministrazioni da me presiedute. La razionalizzazione delle spese permette di poter affrontare debiti pregressi senza diminuire l’impegno verso le famiglie e le fasce deboli della popolazione, senza aumentare tasse e tariffe che gravano sul tessuto sociale né senza imporre nuovi balzelli.Un impegno che questa amministrazione ha sempre portato avanti, e rispettato, sin dal suo insediamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Primo piano
La ricostruzione

Morto in moto a Grosseto, chi era il dentista Lapo Bernardi e la testimonianza: «Ho visto la manovra fatale»

di Maurizio Caldarelli