Il Tirreno

Versilia

l’incontro 

Le storie delle aziende in un meeting nazionale

30 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





viareggio. Se il primo maggio si celebra la festa del lavoratori, la notte del oggi è quello in cui si celebra un evento collettivo nazionale ormai affermatosi negli anni. Si tratta de “la Notte del Lavoro Narrato”, un grande incontro tra operatori, amministrazioni e realtà di tutto il Paese per raccontare l’Italia attraverso il lavoro. Quest’anno l’evento si svolgerà completamente in digitale.

Il meeting è ormai in piedi da otto anni: è nato dall’idea di Vincenzo Moretti, un sociologo e narratore, e dal giornalista e videomaker Alessio Strazzullo. Come quella dello scorso anno, anche l’edizione 2021 sarà “social” e ai partecipanti basterà condividere le proprie storie di lavoro con post, foto o video sui social network, accompagnati dall’hashtag #lavoronarrato. Il Consorzio delle Bocchette, che ha conosciuto la realtà di “Lavoro narrato” un paio di anni fa, è stato invitato a raccontare la sua «buona teoria, quella appunto del lavoro ben fatto». La direttrice Chiara Serreli ha voluto raccontare la storia di alcune aziende associate che nonostante la crisi, nonostante la pandemia, nonostante i timori, nonostante i blocchi, i protocolli hanno voluto accogliere una visione positiva, propositiva e di crescita.

«Il lavoro rappresenta una delle attività fondamentale dell’uomo – fa sapere la direttrice esecutiva – È un forte momento di vita sociale in grado di mettere in relazione le persone. È moltiplicare di possibilità, è fonte di ispirazione, espressione, senso e significato. Deve essere un’abitudine oltre che un’attitudine». –

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social