Il Tirreno

Terzo Polo: Della Vedova, 'serve polo non terzo, neutralità lusso che non possiamo permetterci'

05 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 5 lug. (Adnkronos) - “Si ridiscute della costruzione di un Terzo Polo liberaldemocratico, come fatto, con un intervento sul Foglio, da Costa e Marattin. L’idea di aggregare, meglio con un progetto federativo, forze europeiste libdem e riformatrici è condivisibile e da sempre costitutiva di +Europa. Ciò su cui non seguo gli amici e colleghi, invece, è l’idea di un’aggregazione “alternativa alla destra e alla sinistra”; non in termini ideologici, ma politico-elettorali. In Francia i liberali macroniani hanno concordato la strategia della desistenza al secondo turno con il Nuovo Fronte Popolare delle sinistre - con alcune dovute eccezioni - per arginare il successo lepenista. Nel Regno Unito, Libdem e laburisti in molti collegi hanno avallato il “voto tattico” per battere i candidati Tories, altro partito travolto dal populismo. La neutralità è un lusso politico che oggi non possiamo permetterci”. Lo scrive al Foglio il deputato di +Europa, Benedetto Della Vedova. “Per un’aggregazione liberale e riformista la sfida oggi è di ottenere le condizioni politiche, e negoziare quelle programmatiche, per la costruzione di una alternativa elettorale e di governo alla destra di Meloni e Salvini. A partire da una discussione non scontata ed esigente con il PD. Già acquisita dunque la collocazione all’interno del centro sinistra a qualunque costo? No, e comunque non tanto “dentro” ma “con” il centro sinistra. Si potrà fallire, ma questa via non ha alternative credibili. E per avere successo - prosegue Della Vedova - anche nell’imporre alcuni punti imprescindibili (ad esempio il sostegno a Kyiv aggredita da Putin e il contenimento dei conti pubblici), prima si chiarisce l’orizzonte ad interlocutori e elettori, meglio è. Anche per evitare di procrastinare una discussione che elusa oggi diventerebbe distruttiva domani. Unire le forze liberal-democratiche riformatrici che è possibile unire sarebbe saggio, ma - conclude Della Vedova - serve un polo non terzo”.
Primo piano
L’evento

Andrea Bocelli, Lajatico diventa mondiale: le star, il super palcoscenico e il film