Il Tirreno

Carcere: Boschi-Bonifazi, 'non bastano norme spot'

05 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 5 lug. (Adnkronos) - “Il tragico numero dei suicidi in carcere aumenta in modo straziante. Ieri due detenuti di 20 e 35 anni si sono tolti la vita a Sollicciano e a Livorno scatenando anche proteste dei detenuti. Sono mesi che chiediamo che il governo reagisca e smetta di ignorare il problema. E non con provvedimenti tampone che non risolvono nulla della situazione carceraria e richiedono tempi lunghissimi per essere attuati. Qui non basta qualche norma spot per un titolo sui giornali, qui servono provvedimenti seri. Il governo scherza con il fuoco in una situazione al collasso”. Lo dichiarano i deputati di Italia Viva Maria Elena Boschi e Francesco Bonifazi. “Il tasso di sovraffollamento medio - spiegano - ha raggiunto il 120% ed è destinato a crescere, ma in alcune realtà le percentuali sono ben più alte. Le condizioni di vita di chi vive e lavora negli istituti di detenzione sono strazianti e con l’estate peggiorano”. “Il decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri non è adeguato a dare una risposta seria all’emergenza carceri, le cui vittime sono sia le persone private della libertà sia gli operatori e la polizia carceraria. L’occasione per tornare ad essere uno stato di diritto c’è: la prossima settimana la maggioranza approvi la proposta di legge di cui è firmatario Roberto Giachetti e - concludono - mostri di saper affrontare la drammatica realtà carceraria. Ci sono in gioco vite umane”, concludono.
Primo piano
Allarme criminalità

Dietro ai roghi di Prato la “guerra delle grucce”: un affare da cento milioni di euro

di Paolo Nencioni