Il Tirreno

Fanpage: Scotto (Pd), 'dopo seconda inchiesta Meloni non può far finta di nulla'

27 giugno 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 26 giu. (Adnkronos) - “La seconda inchiesta di Fanpage ci dice che non siamo davanti a una ragazzata. Qui c’è un gruppo politico che ha potere, soldi e legami con chi comanda oggi l’Italia. Sono collaboratori di parlamentari e sottosegretari e parlano tranquillamente come dei neonazisti. Magari troveranno qualche capro espiatorio da offrire al pubblico, ma dentro FdI hanno il dovere di aprire una riflessione. Una generazione di dirigenti del principale partito italiano è cresciuta e si è formata con un linguaggio e una simbologia che è fuori dai codici della Repubblica e della Costituzione. Non è possibile che la leader di un Paese del G7 faccia finita di nulla”. Così il capogruppo del Pd in commissione Lavoro alla Camera, Arturo Scotto.
Italia e mondo
Il caso

Piersanti Mattarella, in una lettera anonima alla famiglia il nome e l’identikit del killer

di Elvira Terranova