Il Tirreno

Strage Brescia: Mattarella, 'Stato non sono complici pavidi, corrotti e infiltrati'

28 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Brescia, 28 mag. (Adnkronos) - "Nella polemica dell’epoca ci fu chi, a proposito di questa impressionante catena di attentati, parlò di stragi di Stato. È una definizione che suscita passioni, sollecita sdegno, ma che suscita e sollecita anzitutto una diversa riflessione. Perché era lo Stato democratico il bersaglio dei terroristi e lo Stato democratico non si identifica con complici, pavidi, corrotti o addirittura infiltrati in apparati dello Stato per cercare di corroderlo dall’interno". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Brescia in occasione del 50esimo anniversario della strage di Piazza della Loggia. "Allo Stato –quello disegnato dalla nostra Costituzione -appartengono- ha ricordato il Presidente- i magistrati, inquirenti e giudicanti, le Forze dell’Ordine che, con fatica e tenacia, hanno condotto indagini e hanno raggiunto certezze su molti e fondamentali aspetti di quegli attentati".
Primo piano
Il brutto gesto

Vandalizzate quattro sculture di Giò Pomodoro in mostra a Pietrasanta