Il Tirreno

Mps: gip ordina imputazione coatta per ex vertici, nuovi indagati per truffa a Stato (2)

28 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





(Adnkronos) - La decisione del giudice arriva al termine di un lungo e complesso iter, si tratta di un terzo filone di indagine sui crediti deteriorati che riguardano Mps, e che ha visto in Giuseppe Bivona (parte offesa) il grande accusatore. Nel provvedimento che ricorda l'ispezione della Bce e cita le diverse perizie che hanno spulciati nei bilanci si sottolinea come "anche i periti nominati dal gip hanno ravvisato importanti valori sottostimati nelle rettifiche apportate sui crediti deteriorati". Infine, un paragrafo riguarda i 5,4 miliardi di ricapitalizzazione erogati dallo Stato in favore di Banca Mps. Per il gip De Pascale "non appare peregrino che le false comunicazioni sociali abbiano potuto indurre in errore l’ente erogatore, in modo da conseguire indebitamente un finanziamento pubblico in assenza dei presupposti che lo legittimavano".
Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni