Il Tirreno

Migranti: fonti P.Chigi, 'lettera 15 Paesi a Ue è cambio passo impresso da Italia'

16 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 16 mag. (Adnkronos) - La lettera che i ministri degli Interni di 15 Stati membri dell’Unione Europea (Austria, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Estonia, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca e Romania, ndr ) hanno indirizzato alla Commissaria Ue agli Affari Interni Ylva Julia Margareta Johansson per chiedere di rafforzare gli strumenti Ue di prevenzione delle partenze irregolari verso l’Europa "si inserisce nel cambio di passo impresso dal governo italiano al dibattito migratorio a livello Ue". E' quanto rivendicano fonti di Palazzo Chigi, mettendo l'accento su alcuni passaggi della missiva. "Si insiste infatti - rimarcano le stesse fonti - su elementi chiave dell’approccio italiano, a partire dalla necessità di rafforzare il contrasto alle reti di trafficanti di esseri umani così come di investire in partenariati paritari e di lungo periodo con le Nazioni di origine e transito, in linea con il forte investimento politico italiano nel favorire le intese di collaborazione tra UE con Tunisia e Egitto. Ampio rilievo è dato alla necessità di soluzioni innovative per disincentivare l’immigrazione irregolare, prendendo in particolare a modello il Protocollo Italia-Albania. A fronte del contrasto delle partenze irregolari, e sempre in linea con l’approccio italiano, si chiede di investire su canali legali legati alle effettive esigenze del mercato del lavoro delle nazioni europee".
Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino