Il Tirreno

Milano: gip, 'da ultrà Milan aggressione allarmante, potrebbero rifarlo'

14 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 14 mag. (Adnkronos) - Il gip di Milano Teresa De Pascale ha convalidato l'arresto e disposto i domiciliari per Alessandro Sticco - 42 anni, noto come Shrek, tra i più importanti esponenti della Curva Sud del Milan, Islam Hagag - il 35enne conosciuto come 'Alex Cologno' - e il 43enne Luigi Magrini, in passato colpito da un Daspo. I tre ultrà, indagati insieme ad altre cinque persone, sono stati arrestati domenica con l'accusa di aver aggredito e accoltellato un 25enne romeno sabato sera 11 maggio fuori da un locale in piazza Axum, in zona San Siro, poco dopo la partita tra i rossoneri e il Cagliari. Le loro versione, identiche nel parlare di un'aggressione come difesa a un attacco subito da un amico (su cui non si ha riscontro), non ha convinto il gip che ha disposto gli arresti per "il pericolo di reiterazione di reati", fatti "particolarmente allarmanti, considerato, invero, che gli indagati, proprio facendo leva sulla peculiare forza intimidatoria derivante dall'appartenenza ad un gruppo numeroso di tifosi, non hanno esitato ad aggredire congiuntamente un ragazzo da solo, anche con l'uso di bottiglie e di un coltello, sino a lasciarlo sanguinante riverso in terra". Un'azione in cui hanno sprigionato la loro "indole aggressiva e violenta, colpendolo ripetutamente in varie parti del corpo, reiterando l'azione anche allorquando la vittima si trovava già in terra, con condotte pervicacemente pericolose". Nelle esigenze cautelari si sottolinea la "negativa personalità" degli arrestati "che sfruttano proprio la peculiare carica intimidatoria derivante dall'appartenenza ad un gruppo organizzato, che hanno agito nonostante la presenza di altre persone all'interno di un locale aperto al pubblico, mediante una condotta aggressiva, che rappresenta la cifra distintiva del loro modo di seguire il calcio e la squadra di cui sono supporter".
Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino