Il Tirreno

Brescia: sgominata banda dedita a furti auto, spaccio e sfruttamento prostituzione

14 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 14 mag. (Adnkronos) - Nelle prime ore di questa mattina, nelle province di Brescia, Bergamo e Milano, la compagnia bresciana dei carabinieri di Chiari ha dato esecuzione a misure cautelari personali e patrimoniali, emesse dal gip di Brescia su richiesta della locale procura, nei confronti di 10 persone ritenute presunte responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti di veicoli e di ricettazione, riciclaggio e autoriciclaggio, nonché di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti. In tutto 10 le misure cautelari personali, nei confronti di 5 indagati in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 3 sottoposti all’obbligo di presentazione alla pg, oltre al sequestro di un'officina meccanica e due appartamenti. L’attività di indagine, avviata nel novembre 2020 a seguito di un arresto in flagranza del reato di furto di veicoli, eseguito dal Norm della compagnia di Chiari, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti degli indagati, ritenuti a vario titolo presunti responsabili del reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti di auto, moto e furgoni commerciali, commessi nelle province di Brescia, Bergamo e Milano. I veicoli provento di furti venivano ricettati prevalentemente attraverso lo smontaggio in pezzi in un’officina riconducibile agli indagati, per la successiva immissione nel mercato clandestino dei pezzi di ricambio. Inoltre, nel corso delle indagini, sono emersi gravi indizi di colpevolezza a carico di alcuni degli indagati anche per i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e spaccio di cocaina.
Primo piano
Politica e soldi

Le elezioni europee sono un grande affare: ogni eletto intasca 1,2 milioni

di Mario Neri
Ciao Franchino