Il Tirreno

25 aprile: Mattarella 'propaganda fascista occultava stragi, fare memoria per futuro'

25 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Civitella in val di Chiana (Ar), 25 apr. (Adnkronos) - "All’infamia della strage di Marzabotto, la più grande compiuta in Italia, seguì un corollario altrettanto indegno: la propaganda fascista, sui giornali sottoposti a controlli e censure, negava l’innegabile, provando a smentire l’accaduto, cercando di definire false le notizie dell’eccidio e irridendo i testimoni. Occorre –oggi e in futuro- far memoria di quelle stragi e di quelle vittime e sono preziose le iniziative nazionali e regionali che la sorreggono. Senza memoria, non c’è futuro". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, celebrando l'anniversario della Liberazione a Civitella in Val di Chiana.
Primo piano
La tragedia

Argentario, neonato morto su una nave crociera: fermata la mamma, è accusata di omicidio