Il Tirreno

**Conti pubblici: Boccia (Pd), 'giù le mani dalla l. di Contabilità, il governo non si azzardi'**

23 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 23 apr (Adnkronos) - "Una diffida, sulla legge di Contabilità: non si azzardino a cambiarla con un Dl del governo. Sentiamo di una tentazione di via XX settembre di mettere le mani in maniera autonoma e senza una discussione parlamentare sulla legge di Contabilità. Non glielo consentiremo, faremo le barricate". Lo ha detto il presidente dei senatori del Pd Francesco Boccia nel corso di una conferenza stampa sul Def. "Nel 2016 cambiammo la legge, che non si chiama più legge di Stabilità, lavorando per due anni con una indagine e un Ddl delle Camere. Fu votata dall'80% del Parlamento e il restante 20% si astenne, non ci fu nessun voto contrario -ha spiegato Boccia-. Il governo di allora, Renzi, molto correttamente seguì le indicazioni del Parlamento". "Il sospetto è che vogliano cambiare la legge di Contabilità dando al governo mano libera sui processi di spesa durante l'anno. Mi appello anche ai presidenti delle Camere, non ci può essere una forzatura delle regole da parte del governo", ha aggiunto Boccia che poi ha sottolineato: "Faccio anche una appello a non far diventare la Ragioneria generale dello Stato parte della contesa politica. Parliamo della sacralità e terzietà dei conti, che non hanno colore politico. Evitiamo che su un presidio della nostra Repubblica e sul controllo del conti si abbatta la scure della politica di parte".
Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione