Il Tirreno

Milano: interventi antidegrado in tre aree della città

27 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 27 mar. (Adnkronos) - Dopo la sperimentazione avviata lo scorso dicembre, il progetto antidegrado del Comune di Milano entra nella seconda fase. Oggi, mercoledì 27 marzo, è stata organizzata una giornata di formazione per una trentina di operatori che saranno presenti in alcune aree della città per contrastare il degrado negli spazi pubblici e ridurre fenomeni di criticità per la dignità delle persone. Il progetto, grazie alla collaborazione della prefettura, è finanziato anche con fondi del ministero dell’Interno ed è orientato al contrasto e alla prevenzione del degrado e del non corretto utilizzo dello spazio pubblico come marciapiedi, strade, piazze, giardini e spazi verdi. "Vogliamo migliorare la qualità, la sicurezza e la fruibilità degli spazi pubblici -dichiara Marco Granelli, assessore alla Sicurezza- e contemporaneamente contenere i fattori di marginalità per le persone senza dimora o i comportamenti legati al disagio sociale con la collaborazione di soggetti del Terzo settore che organizzano e programmano la presenza nei quartieri e nelle aree a rischio di sicurezza urbana, in stretto contatto con i nostri uffici e in coordinamento con la polizia locale. Il progetto inizia ad aprile ed è programmato e finanziato per quattro mesi. Grazie alle risorse richieste al ministero dell'Interno lo scorso anno e ottenute in questi giorni, pubblicheremo a breve un bando perché possa avere una nuova fase anche con altre organizzazioni nel secondo semestre del 2024 e nel 2025. Crediamo che queste azioni debbano avere continuità e costituire un contributo costante alla sicurezza della città, aggiungendosi alle azioni delle Forze dell'Ordine e della polizia locale". A dicembre avevano collaborato i City Angels, ora fra gli enti coinvolti nel progetto vi è il gruppo di volontariato e Protezione civile, l'Associazione nazionale polizia di Stato, l’Associazione nazionale carabinieri – sezione di Milano, nucleo di volontariato Milano Ugolini e Progetto Arca. Le aree urbane interessate dal servizio sono tre: la zona limitrofa alla Stazione Centrale, via Benedetto Marcello e le vie adiacenti, la zona di corso Concordia tra piazza Risorgimento e piazza del Tricolore. Il personale in strada, professionale e volontario, interverrà nelle situazioni di bivacco, accattonaggio, molestia, abbandono di rifiuti, abuso di alcol, per prevenire questi comportamenti e orientare le persone in difficoltà verso il sistema dei servizi sociali e sociosanitari esistenti e rappresentare per i cittadini e le cittadine un punto di riferimento e segno della presenza delle Istituzioni, oltre che informare Polizia Locale e Forze di Polizia nelle situazioni critiche. Tutte le attività saranno programmate, coordinate e monitorate dall’assessorato alla Sicurezza e con la polizia locale.
Primo piano
Turismo

Il ponte del 25 aprile? Sulle piste a sciare: «Nevicata eccezionale». Ecco gli impianti aperti in Toscana