Il Tirreno

Sanremo: Elena Cecchettin, 'femminismo di faccia, siparietto inutile per vittime'

09 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Milano, 9 feb. (Adnkronos) - "Di un siparietto intriso di pinkwashing (femminismo di facciata, ndr) le vittime di femminicidio e le sopravvissute se ne fanno poco. Sul serio non si poteva fare di meglio?". E' la domanda che si pone, via Instagram, Elena Cecchettin - sorella di Giulia uccisa a coltellate dall'ex fidanzato Filippo Turetta - dopo lo spazio dedicato sul palco del festival di Sanremo alla violenza contro le donne. "Le frasi ascoltate sul quel palco sono roba da baci perugina. E soprattutto: sono frasi sull'amore. Ma l'amore non ha niente a che vedere con la violenza maschile contro le donne" le parole della giovane studentessa veneta che ha citato parte del commento critico della scrittrice Carlotta Vagnoli.
Primo piano
Viabilità in tilt

Incidente in autostrada, camion perde il carico di tronchi: sei feriti e traffico in tilt

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative