Il Tirreno

Fiere: Hospitality-Salone dell’Accoglienza chiude, 20mila i visitatori professionali(+8%)

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 8 feb. (Adnkronos) - Si è chiusa oggi, al quartiere fieristico di Riva del Garda, La 48esima edizione di Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza, fiera internazionale dedicata al settore Ho.Re.Ca., con un importante risultato: sfiorati i 20.000 visitatori professionali, in crescita dell’8% rispetto allo scorso anno, provenienti da tutta Italia e da altri 15 Paesi. La manifestazione ha riunito l’intera filiera dell’accoglienza con 861 espositori (+35% rispetto al 2023), un’ampia partecipazione e un’affluenza continua in ogni giornata. Internazionalità, innovazione e visione: caratteristiche che hanno entusiasmato la community dell’Ho.Re.Ca., fortemente coinvolta dai contenuti e dalla qualità e varietà della proposta espositiva. "Il risultato -evidenzia Roberto Pellegrini, presidente di Riva del Garda Fierecongressi- conferma la leadership di Hospitality nel settore, grazie alle scelte strategiche e al lavoro fatto nella realizzazione di questa edizione. Continueremo a investire nell’unicità della offerta espositiva, sia in termini di merceologie che di tipologie di aziende presenti, e nel consolidare le nostre collaborazioni storiche a livello nazionale e internazionale, nell’interesse degli operatori professionali". Soddisfatti i 50 buyer internazionali presenti a questa edizione grazie all’attività di scouting della fiera e alla collaborazione con Agenzia Ice, provenienti da selezionati Paesi quali Slovenia, Paesi dell’Est Europa, Scandinavia, Spagna, Portogallo, Uk, Paesi di lingua tedesca, oltre a Kenya e centro e sud America. Tutti positivamente colpiti dal format ricco e completo di Hospitality, per le numerose ispirazioni e idee, e per aver trovato i partner giusti per i propri acquisti. Tra le novità di quest’anno, l’avvio della collaborazione con Village for All-V4A e Lombardini22 per Di Ognuno, l'area dedicata all’ospitalità accessibile, che proseguirà nelle prossime edizioni con la progettazione di nuovi spazi: "Di ognuno -dichiara Giovanna Voltolini, exhibition manager di Hospitality- ha permesso a visitatori ed espositori di vivere un’esperienza immersiva emozionante e di comprendere come non necessariamente servono enormi investimenti per rendere la propria struttura accessibile a 'ognuno'. E’ stato gratificante vedere l'utilità di realizzare un progetto sul turismo accessibile, a conferma del ruolo della fiera nel dare idee e suggestioni concrete agli operatori che vogliono evolvere le proprie strutture rispondendo alle esigenze di un importante segmento di mercato". Anche quest’anno, infine, Hospitality con la sua Academy ha dedicato ampio spazio alla formazione: tra workshop, educational, seminari e iniziative esperienziali, la manifestazione è stata un palcoscenico ricco di contenuti multidisciplinari che ha registrato il tutto esaurito nel mainstage, il Theatre, e nelle cinque arene tematiche - Beer Arena, Outdoor Boom Arena, Rpm Arena, Winescape Arena e la nuova Restaurant Arena. L’appuntamento con la 49a edizione di Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza è a Riva del Garda dal 3 al 6 febbraio 2025.
Primo piano
La tragedia

Agliana, sbanda con l'auto e muore a 28 anni: la vittima è un cuoco

di Tiziana Gori
Le nostre iniziative