Il Tirreno

Atletica: meeting Lione, Gaia Sabbatini al primo test stagionale sui 1500 metri

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Lione, 8 feb. - (Adnkronos) - Mezzofondo in primo piano al meeting di Lione di venerdì sera, in particolare con le gare dei 1500 metri, specialità nella quale c’è sempre più abbondanza in chiave azzurra sia al maschile sia al femminile. La tappa Silver del World Indoor Tour offre il debutto stagionale di Gaia Sabbatini che nei 1500 all’aperto è scesa lo scorso anno a 4:01.24, seconda italiana di sempre con il miglior risultato cronometrico dal 1982. L’atleta delle Fiamme Azzurre incontrerà in gara un’altra delle migliori specialiste azzurre, Ludovica Cavalli (Aeronautica) capace a Budapest di riportare l’Italia nella finale mondiale dei 1500 a trent’anni dall’ultima volta. Iscritte anche Marta Zenoni (Luiss) e Martina Tozzi (Fiamme Gialle). Tra gli uomini è annunciata la presenza del primatista italiano Ossama Meslek (Esercito) per quella che sarà la terza gara in meno di una settimana: in entrambe le precedenti ha aggiornato il record nazionale, prima con 3:36.04 a Metz e poi con 3:35.63 a Torun. Al via anche Joao Bussotti (Esercito). Riflettori anche sugli 800 metri con la prima dell’anno per Elena Bellò (Fiamme Azzurre) e al maschile con il primo 800 stagionale di Francesco Pernici (Fiamme Gialle). Nei 3000 è previsto un terzetto azzurro composto da Federica Del Buono (Carabinieri), Micol Majori (Pro Sesto Atletica Cernusco) ed Elisa Bortoli (Esercito), al maschile Yassin Bouih (Fiamme Gialle), Francesco Guerra (Carabinieri), Jacopo De Marchi (Esercito). Nei 400 torna in pista Lorenzo Benati (Fiamme Azzurre), due volte 47.09 nelle precedenti due uscite ad Ancona e Ostrava: tra gli avversari lo svizzero vice campione europeo di Monaco Ricky Petrucciani. Ostacoli per Giada Carmassi (Esercito), fin qui migliore italiana dell’anno con 8.07, Nicla Mosetti (Nissolino Sport) ed Elena Carraro (Fiamme Gialle). Nei 60hs al maschile c’è Hassane Fofana (Fiamme Oro).
Il caso
Il presidente della Regione

Studenti manganellati a Pisa, Giani: “C’era un’indicazione, violenza spropositata. Piantedosi chiarisca”

Le nostre iniziative