Il Tirreno

Superbike: test Portimao, Superbike, Razgatlioglu e Bulega da record

30 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Portimao, 30 gen. - (Adnkronos) - Si sono chiusi i test di Portimao del Mondiale Superbike, che ora volge lo sguardo all'Australia per l'ultima sessione di prove e il via del campionato. L'egemonia di Nicolò Bulega, primo sia ieri che nella due giorni di Jerez, viene interrotta da uno degli uomini più attesi: Toprak Razgatlioglu ha infatti portato la BMW in testa alla classifica con il tempo di 1'39"189. Il crono stabilito negli ultimi secondi di sessione è mezzo secondo sotto il record ufficiale della pista, ma va detto che Bulega non è stato da meno, chiudendo secondo a meno di un decimo. I test in terra iberica hanno incoronato il turco e l'italiano, migliori interpreti del giro secco, in attesa della conferma sulla lunga distanza a Phillip Island. Staccato di tre decimi, Alex Lowes conclude in terza posizione, con la sua attenzione rivolta nuovamente a migliorare il comportamento della Kawasaki nella seconda parte di gara. Remy Gardner si conferma quarto come nel day 1 e Michael Van Der Mark lo segue al quinto posto. Dietro di lui le Yamaha ufficiali di Andrea Locatelli e Jonathan Rea. Un piccolo segnale di vita viene da Danilo Petrucci, ottavo con la Ducati del team Barni davanti a Scott Redding. Le porte della top-10 sono chiuse, invece, da Garrett Gerloff. Sam Lowes è undicesimo e precede Axel Bassani, poi Xavi Vierge e Michael Ruben Rinaldi (14º). Alvaro Bautista soffre fisicamente più di ieri e non va oltre il quindicesimo tempo; diciassettesimo Andrea Iannone, che paga un gap di esperienza sulla pista di Portimao rispetto a molti colleghi. Adrian Huertas replica il primo posto tra le Supersport col tempo di 1'42"994, poi Niccolò Antonelli e Piotr Biesiekirski.
Primo piano
Il caso

Pisa, neonato portato via dall'ospedale Santa Chiara: il padre rintracciato a Calci ma il bimbo non si trova

di Andreas Quirici e Martina Trivigno
Le nostre iniziative