Il Tirreno

Soprt, Abodi: "Renderlo accessibile a tutti deve essere nostra ossessione"

30 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 30 gen. - (Adnkronos) - "Le emozioni sono tutto, sognavo giornate come queste. Qui è rappresentato un sistema che sa rappresentare tutte le facce dello sport celebrando le vittorie e mettendo a disposizione di tutti la pratica sportiva. Per noi deve essere un'ossessione rendere lo sport accessibile a tutti, dando opportunità a ogni genere, condizioni economiche e geografia". Lo ha detto Andrea Abodi, ministro per lo sport e i giovani, durante la conferenza di presentazione del rapporto Ics e Sport e Salute 2023. Il ministro, poi, ha chiarito come "ci sarà la necessità di lasciare a qualcun altro, l'importante è far crescere il movimento a tutti i livelli. Dobbiamo essere locomotiva del paese; nelle vittorie è facile essere tutti tennisti, difficile è farlo nelle sconfitte. Deve esserci volontà comune di lavorare, dobbiamo avere motivazione feroce per andare avanti. Lo sport è socialità, se volgiamo rafforzare difesa immunitarie sociali è questo a cui dobbiamo fare riferimento", aggiunge Abodi, sottolineando che “bisogna saper anche valorizzare le piccole cose che facciamo insieme”.
Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto