Il Tirreno

Genova: Azione, 'sempre favorevoli a termovalizzatore'

31 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Roma 31 dic. (Adnkronos) - "Capiamo il protagonismo della Paita che distratta dalle questioni nazionali non è ben informata sulla politica della chiusura del ciclo dei rifiuti a Genova e soprattutto sembrerebbe avere come unico obiettivo quello di attaccare Azione anche quando non ne sussistono i motivi. Per fare un sunto: Genova ha ancora una differenziata sotto il 50 per cento, l’amministrazione Bucci non è stata ancora in grado di realizzare l’impianto TMB di Scarpino che doveva già essere operativo, non ha chiesto quando sono arrivati i soldi del Pnrr alcun termovalorizzatore anzi non ha fatto proposte significative tanto che Toti lo ha previsto ma non a Genova. Azione è sempre stata a favore di una gestione differenziata dei rifiuti con la messa in campo di azioni per ridurre al minimo la spazzatura in discarica ed è sempre stata a favore del termovalorizzatore a realizzazione della chiusura del ciclo in una programmazione seria regionale e anche di ambito". Lo afferma Cristina Lodi, segretaria di Azione Liguria e consigliera comunale a Genova "Certo se la Paita dal momento che Bucci non riesce a fare quello che ha promesso rilancia su un impianto che nemmeno il sindaco ha chiesto, diventa tutto più semplice per loro ma i cittadini di fatto continueranno a pagare la TaRi più alta d’Italia. Abbiamo chiesto a Bucci -prosegue Lodi- venire a spiegare in aula con dati, progetti e prospettive. E soprattutto a dirci perché ad oggi non ha realizzato ciò che doveva fare per iniziare a ragionare seriamente. Con buona pace per la Paita".
Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative