Il Tirreno

Milano: furti per 450mila euro in centro, due arresti

30 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Milano, 30 dic. (Adnkronos) - Due cittadini serbi di 56 e 66 anni, entrambi con precedenti di polizia, sono stati arrestati a Milano perché gravemente indiziati di essere gli autori di una serie di furti commessi tra ottobre e dicembre 2023 in gioiellerie, grandi alberghi e negozi di lusso del quadrilatero della moda. Ad eseguire gli arresti, a Milano e a Cesate, la polizia di Stato, nell’ambito di un’attività coordinata dalla procura di Milano. L’attività di indagine, condotta dagli agenti della sezione reati contro il patrimonio della squadra mobile ha preso il via dopo un furto di una collana del valore di 123mila in una gioielleria in via Montenapoleone, commesso lo scorso 27 ottobre da due persone. Due giorni dopo, il 29 ottobre, le stesse persone hanno commesso il furto di 10 bottiglie di vino del valore totale di circa 200mila euro presso un prestigioso hotel di via del Gesù. Il successivo 5 novembre i due uomini, unitamente a una terza persona, hanno messo a segno un altro furto, questa volta presso la gioielleria che si trova all’interno di un hotel di lusso in via dei Giardini, asportando una collana il cui prezzo si aggira sui 100mila euro. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, l’ultimo colpo messo a segno dal gruppo criminale sarebbe quello commesso alla vigilia di Sant’Ambrogio quando, all’interno dei grandi magazzini di corso Vittorio Emanuele, è stata rubata una bottiglia di vino champagne dal valore di 3.200 euro. L’attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile, attualmente nella fase delle indagini preliminari, ha permesso di ricostruire puntualmente tutti gli episodi delittuosi, di identificarne gli autori, tutti cittadini serbi, e di acquisire numerosi e gravi indizi di colpevolezza a loro carico, tali da comportare l’emissione del provvedimento restrittivo della libertà a carico di due di loro. Altri due cittadini serbi sono stati, attualmente, deferiti all’autorità giudiziaria in stato di libertà.
Primo piano
L’emergenza

Talamone, è morta la balena che era rimasta incastrata in porto – Video

di Ivana Agostini