Il Tirreno

Atletica: domenica la maratona di Valencia, Yaremchuk corre verso i Giochi

30 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Valencia, 30 nov. - (Adnkronos) - È una delle gare più veloci al mondo sulla distanza. Anche quest’anno la maratona di Valencia presenta un cast stellare e non mancano i motivi di interesse in chiave azzurra. Tra le donne sarà alla partenza Sofiia Yaremchuk che in stagione ha compiuto un notevole salto di qualità correndo in 2h24:02 sulle strade di Londra, il 23 aprile, a soli diciotto secondi dal record italiano di 2h23:44 stabilito nel 2012 a Rotterdam da Valeria Straneo. La 29enne portacolori dell’Esercito, quinta di sempre a livello nazionale sui 42,195 chilometri, ha poi realizzato il sogno di debuttare in maglia azzurra nei Mondiali di mezza maratona all’inizio di ottobre piazzandosi undicesima a Riga in 1h09:37 mentre è arrivata al nono posto nella rassegna iridata militare di Lucerna (1h10:47) quattro settimane più tardi. Nel cammino verso le Olimpiadi di Parigi del prossimo anno, per le quali ha già timbrato lo standard di iscrizione, quella di domenica con start alle ore 8.15 sarà quindi una tappa importante di avvicinamento. Proprio a Valencia l’anno scorso era stata un’altra azzurra, Giovanna Epis, a far tremare il record italiano in 2h23:54 prima di migliorarsi ulteriormente in primavera ad Amburgo con 2h23:46. Nella prova maschile è annunciato Yassine El Fathaoui (Circolo Minerva Parma), reggiano classe 1982 che ha partecipato ai Giochi di Tokyo. Dopo il ritiro di aprile a Rotterdam, torna a cimentarsi in una maratona l’emiliano già capace di esprimersi sotto le 2h11 per due volte in carriera, con il tempo di 2h10:10 a Siviglia nel 2020 sfiorato l’anno scorso a Parigi (2h10:22), invece nel 2023 si è espresso in 1h02:35 alla RomaOstia. Al via anche Nekagenet Crippa, fresco di titolo tricolore nella mezza maratona a Telese Terme con 1h02:40 a metà ottobre. Per il trentino dell’Esercito è nel mirino il personale di 2h12:11 ottenuto in questa stagione a Roma. Ci sarà inoltre il molisano Giovanni Grano (Nuova Atl. Isernia), campione italiano tre anni fa, che nel 2021 è sceso a 2h13:40 nella maratona di Siena Ampugnano. Era inizialmente iscritto, ma non sarà in gara Daniele Meucci (Esercito). Al femminile in azione tra le altre l’ex tricolore Giulia Sommi (Cus Pro Patria Milano), PB 2h35:05 nel 2021 a Valencia, e Sara Galimberti (Bracco Atletica), alla seconda esperienza dopo il debutto del 2016 a Reggio Emilia in 2h39:16. L’uomo più atteso è l’ugandese Joshua Cheptegei, oro mondiale dei 10.000 a Budapest e a cinque cerchi nei 5000 metri, recordman del mondo su entrambe le distanze, che farà il suo esordio in maratona. Troverà tanti big come il 41enne fuoriclasse etiope Kenenisa Bekele, terzo di sempre con 2h01:41, pluricampione olimpico e iridato su pista. Ben dieci gli atleti con un personale inferiore a 2h05 tra cui il tanzaniano Gabriel Geay (2h03:00), secondo a Boston, il keniano Alexander Mutiso (2h03:29) e l’etiope bronzo mondiale Leul Gebresilase (2h04:02). Curiosità per l’ex primatista del mondo nella mezza Kibiwott Kandie, finora 2h13:43 in maratona. Tra le donne in prima fila le star etiopi Almaz Ayana (2h17:20) e Genzebe Dibaba (2h18:05), la connazionale Worknesh Degefa (2h17:41) e Joan Chelimo Melly (2h18:04), passaporto della Romania ma di origine keniana. Più di 33 mila i partecipanti, 2174 gli italiani.
Primo piano
Politica e diritti

Pisa, Non Una di Meno copre i manifesti antiabortisti

di Libero Red Dolce
Le nostre iniziative